Cerca nel sito
home / Italia / MILANO / Pinacoteca Ambrosiana
Pinacoteca Ambrosiana
Fondata da Federico Borromeo nel 1618 nei pressi della Biblioteca Ambrosiana, l'istituzione nacque di sussidio e di modello a una futura Accademia di belle arti per la formazione e l’educazione del gusto estetico, in conformità ai dettami del Concilio di Trento. Alla Pinacoteca fu infatti affiancata, fin dal 1621, un'accademia di pittura e scultura. Oggi la Pinacoteca conta 24 sale che seguono un percorso cronologico che dalla collezione federiciana giunge al primo Novecento. Si contano più di 1.500 opere su tavola, su tela e su rame. Fanno parte della collezione 248 disegni di vari maestri tra cui Raffaello, del quale si conserva il grande cartone per la Scuola d’Atene, e Leonardo, del quale è conservato il Codice Atlantico (1750 disegni di carattere tecnico-scientifico). 
Tra i dipinti più famosi della Pinacoteca Ambrosiana vanno segnalati: il Musico di Leonardo, la Canestra di frutta di Caravaggio, il Ritratto di dama di Giovanni Ambrogio De Predis, la Madonna del padiglione di Botticelli, il Presepe di Barocci, l’Adorazione dei magi di Tiziano, la Sacra Famiglia di Bernardino Luini, il Fuoco e l’Acqua di Brueghel.

[Fonte: ARTE.it]

Indirizzo
Piazza Pio XI 2
email
info@ambrosiana.it
telefono informazioni
+39 02 806921
trasporto
Metro: linea 1 (fermata Cordusio), linea 3 (fermata Duomo)
Tram: 12-14-16 fermata Orefici/Cantù, 2-3 Fermata Duomo 
Monumenti da non perdere:
Articoli correlati:
  • Piranesi in mostra a Milano
    UFFICIO STAMPA PINACOTECA DI BRERA

    Piranesi in mostra a Milano

    Alla Biblioteca Braidense omaggio al grande incisore nel terzo centenario dalla sua nascita
  • Gli alberi monumentali della Lombardia
    iStockphoto

    Gli alberi monumentali della Lombardia

    Tra le province lombarde si possono ammirare alberi antichi, rari, vigorosi: dalle querce ai platani, dai cipressi ai gelsi
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati