Cerca nel sito
Montefiascone
Thinkstock
Tuscia
Anticamente il territorio della Tuscia era abitato dagli Etruschi, fino a quando non fu annesso allo Stato Romano nell’89 a. C. All’epoca la provincia di Viterbo era uno dei luoghi di vacanza preferiti dai romani, grazie anche all’abbondanza di sorgenti termali, il che ha originato la prima forma di turismo. In seguito furono i Longobardi ad avere il controllo della Tuscia, fin quando non venne donata al Papato: Viterbo diventa capitale del Patrimonio di San Pietro nel 1207 e, con Roma ed Avignone, è eletta Città dei Papi. Il dominio papale è rimasto immutato fino all’annessione al Regno d’Italia, periodo contrassegnato dal fenomeno del brigantaggio. All’inizio del Novecento c’era ancora grande povertà, dovuta in parte alla malaria delle paludi e in parte al latifondo. Le bonifiche del ventennio fascista e alcune riforme agrarie mutarono il volto della Tuscia, che ha beneficiato, a partire dalla metà del XX secolo, di un discreto sviluppo industriale nel viterbese e, nel decennio successivo, di una crescita turistica importante.
Articoli correlati:


Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati