Cerca nel sito
Scheda Bosnia
Courtesy of © Whc.unesco.org
Bosnia-Erzegovina
Siti Unesco:
L'antico ponte di Mostar "Stari Most", il ponte Mehmed Paša Sokolovi Sarajevo, unico simbolo universale di multicultura (1997), la grotta di Vjetrenica (2004), l'insieme naturale e architettonico di Jajce (2006), il sito storico urbano di Poitelj (2007), l'insieme naturale e architettonico di Blagaj (2007), l'insieme naturale e architettonico di Blidinje (2007), l'insieme naturale e architettonico di Stolac (2007), il monumento naturale della grotta di Vjetrenica con l'insieme architettonico del villaggio di Zavala (2007).
Cultura:
La Bosnia era abitata da islamici, ortodossi, cattolici, protestanti, ebrei e fedeli di altre religioni e ideologie prima della guerra. Le influenze mediterranee, esteuropee e turche che sono tutte nella cultura della Bosnia Erzegovina hanno portato considerevoli variazioni tra ortodosso e moderno e tra mentalità rurale e urbana. La varietà della popolazione della Bosnia ha reso la vita culturale della nazione di gran valore. Storie epiche, una forma di letteratura orale, venivano ancora tramandate lungo tutta la nazione fino agli anni '50. Ivo Andric, un serbo cattolico cresciuto in Bosnia, vinse il premio Nobel per la letteratura nel 1961. Le sue novelle comprendevano Na Drini cuprica, in cui un ponte dell'età ottomana univa simbolicamente i popoli bosniaci. Il novellista Meša Selimovic era di origina musulmana ma disse di aver scritto secondo i canoni della letteratura serba.
Articoli correlati:


Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati