Cerca nel sito
coltelli frosolone lame artigianato itinerari molise 

Molise: 4 cosa da sapere sulle lame di Frosolone

Alla scoperta dei coltelli, delle forbici e dei bisturi del bel borgo appenninico che facevano concorrenza persino a quelli di Toledo

forgiatura fabbro ferrario incudine martello ferro incandescente
©JGalione/iStock
La forgiatura
Adagiato nei pressi delle sorgenti del Torrente Durone, Frosolone è un borgo montano della provincia d'Isernia che, grazie alle sue atmosfere d'altri tempi e alla bellezza della cornice naturalistica che lo circonda ha meritato numerosi riconoscimenti, tra cui l'inserimento nella lista dei Borghi più Belli d'Italia e l'assegnazione della Bandiera Arancione Touring Club. Ma c'è un altro aspetto della storia e della cultura locale che rende questa località così unica ed affascinante ed è l'attività di forgiatura delle lame che vanta una tradizione secolare a lungo tramandata di generazione in generazione.

LA TRADIZIONE C'è chi fa risalire al VI secolo le origini della tradizione della forgiatura delle lame a Frosolone. In effetti non è semplice collocare temporalmente gli albori della diffusione di quest'arte tra gli artigiani del paese che, nel corso dei secoli, hanno trasmesso di padre in figlio un antico sapere che ha condotto sino ai giorni nostri coltelli, forbici, bisturi e lame taglienti di ogni forma e dimensione, tutti di fattura estremamente pregiata. Testimonianze documentali dimostrerebbero che in epoca medievale fabbri veneziani si stabilirono al sud e diedero origine ad una lunga tradizione di forgiatura nel Molise. A Frosolone, nel corso dei secoli, l'attività conobbe crescente fortuna al punto che nel XIX secolo le lame di questo borgo incastonato sugli Appennini arrivarono a far concorrenza anche a quelle ben più rinomate di Toledo. L'attività della forgiatura dava lavoro a tantissimi apprendisti ed artigiani che contribuirono a perpetuare l'ormai radicata tradizione locale. Oggi nella bella località della provincia di Isernia l'arte di trasformare il metallo in un manufatto unico e pregiato ha perso, in parte, la connotazione artigianale in favore della produzione industriale, ma nelle famiglie di forgiatori è ancora vivo lo spirito di una volta che viene profuso nella gestione e nell'organizzazione dell'attività. Per le vie del centro, inoltre, non mancano botteghe e negozi specializzati dove ammirare ed acquistare lame di ogni sorta.

LE CARATTERISTICHE I tipici manufatti della tradizione di Frosolone non possono soltanto essere definiti “coltelli”. Fatti a mano e “su misura” ne esistono di diverse tipologie, che spaziano dal tradizionale “gobbo di Frosolone” alla “Zuava” con il manico intagliato, dai coltelli a scatto a quelli a molla, dal mozzetto al temperino. Senza dimenticare gli utensili di uso domestico e gli attrezzi da lavoro come forbici da sarto e da barbiere, da manicure e da potatura, considerati di elevata qualità. Autentici pezzi unici ed esclusivi.

IL TERRITORIO Una visita a Frosolone non può, dunque, prescindere da un interessante approfondimento dedicato proprio alle rinomate lame locali. Il modo migliore per saperne di più ed acquistare pezzi pregiati è quelli di prendere parte ai due eventi più significativi dedicati alla tradizione della forgiatura. Si svolgono entrambi nel mese di agosto e si tratta della Mostra Mercato Nazionale delle Forbici e dei Coltelli, che ospita anche artigiani provenienti da altre parti d'Italia che espongono e vendono le loro creazioni, e la Festa della Forgiatura durante la quale è possibile assistere in piazza al processo di realizzazione di ferri taglienti e barre damascate dalle quali si ricavano le lame.Da non perdere, inoltre, una visita al Museo dei Ferri Taglienti che, grazie ai finanziamenti del Ministero dell'Università e della Ricerca Universitaria ha potuto allestire un'interessante esposizione di centinaia di oggetti recuperati tra collezionisti e discendenti delle famiglie di lavoratori dei coltelli e delle forbici del secolo scorso.

GLI INDIRIZZI Per chi desidera visitare il Museo l'appuntamento è in via Selva a Frosolone. Sulla stessa via, al n.4, gli stabilimenti delle Coltellerie Michele Fraraccio portano avanti la tradizione di famiglia risalente al 1875 producendo oltre 3.000 referenze differenti. Vale la pena dare un'occhiata anche alle creazioni delle Coltellerie Paolucci, in via Teste n. 3, azienda fondata nel 1972 da Felice, Liberato e Saverio che hanno dato continuità all'antica attività di famiglia tramandata di generazione in generazione.

Leggi anche:
Molise: la Basilica che ricorda la Sagrada Familia 
Molise, l'olio celebrato dai poeti romani
Molise: una regione di sapori
Molise tra zampogne e domus romane

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100