Cerca nel sito
Simboli e significato delle Torre dell'Orologio di Venezia

Venezia: i misteriosi dettagli della Torre dell'Orologio

Quella conosciuta come Torre dei Mori è uno dei segni architettonici più celebri della Serenissima, ricca di particolari poco noti.

Quadrante della Torre dell'Orologio
©iStockphoto
Venezia: Quadrante della Torre dell'Orologio
E’una delle più originali costruzioni dell’architettura veneziana, incastrato tra le meraviglie di Piazza San Marco: la Torre dell’Orologio, conosciuta anche come Torre dei Mori, è un edificio rinascimentale formato da una torre centrale, costruita alla fine del Quattrocento, e due torri laterali aggiunte in epoca successiva, con un arco sottostante che collega la piazza con le Mercerie, la principale arteria commerciare della città. La Torre è un elemento sia di rottura che di connessione tra le varie parti architettoniche del complesso di Piazza San Marco: da qui si diramano le sedi del potere politico e religioso, i luoghi della rappresentanza e quelli dell’economia, l’affaccio verso il mare. E’ stata aperta al pubblico per molti anni, ma oggi non presenta più le caratteristiche compatibili con gli standard necessari per la presenza di numerosi visitatori, cosi è visitabile solo su prenotazione e in piccoli gruppi.

Leggi anche: LAGUNA DI VENEZIA: I SEGRETI DELL'ISOLA DI TORCELLO

Il famoso orologio è, dopo quello del Big Ben, il secondo più conosciuto al mondo non solo per l’indiscusso fascino estetico, ma anche per la sua posizione. Leggenda vuole che la Repubblica fece cavar gli occhi all'ideatore del meccanismo interno affinché non potesse più ripetere simili meraviglie per potenze rivali. A quel tempo era uno dei tre orologi con movimenti meccanici esistenti nel mondo, il più evoluto ed il più tecnologicamente avanzato con movimenti non solo del quadrante, ma anche all'altezza della Madonna e nei movimenti dei Mori che suonavano la campana. Nel grande quadrante sono indicate le fasi lunari, con una luna solo per metà dorata per indicare l'esatto momento della fase lunare nel cielo, tutte le costellazioni dello zodiaco, le cui raffigurazioni sono degli enormi segni zodiacali ricoperti in foglia d’oro che luccicano quando il sole li illumina e l’indicazione dell'ora suddivisa in 24 parti. Non tutti sanno che, all’epoca, le 24 ore partivano dal levarsi e dal calare del sole, per cui un guardiano, chiamato l’aggiustatore, correggeva, con lo scorrere delle stagioni, l'inizio e la fine della giornata.

Leggi anche: A VENEZIA I CAPOLAVORI RITROVATI DELLA COLLEZIONE CINI

Sopra il quadrante si trova la Madonna in trono: è sistemata al centro tra due porte dalle quali l’orologio mostra l’ora e durante la settimana dell’Ascensione, a maggio, dalla porta a destra escono in successione, ad ogni batter d’ora, un angelo che suona la tromba seguito dai tre Re Magi che, passando davanti a Maria s’inchinano per rientrare nella porta di destra. Al piano superiore, sotto la balaustra della terrazza, compare un grande  Leone che occupa tutta la larghezza della costruzione in un cielo azzurro puntato di stelle: simboleggia il potere della Serenissima ed è posizionato non a caso sopra la Madonna, che rappresenta il potere della Chiesa, sopra il quadrante che rappresenta la conoscenza scientifica e sopra le Mercerie simbolo delle cose terrene. In cima alla torre le statue in bronzo dei Mori che rintoccano la campana due volte consecutivamente all’ora, con un distacco di cinque minuti, per dar modo a chi si fosse perso la prima battuta di conoscere l’ora seguendo i rintocchi della seconda battuata.
 
Scopri tutti i MONUMENTI D’ ITALIA
Saperne di più su Segreti d'Italia
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100