Cerca nel sito
Messico con Frida Kahlo

Conoscere l'anima e l'arte del Messico con Frida Kahlo

Da Città del Messico a San Miguel de Allende tra la vita e le opere della celebre pittrice 

Messico, veduta di San Miguel de Allende
©iStockphoto
Veduta panoramica di San Miguel de Allende
La pittrice Frida Kahlo è indiscutibilmente uno dei simboli del Messico. E Londra dedica alla grande artista la mostra intitolata “Frida Kahlo: Making Her Self Up”. Ecco dunque una buona occasione per conoscere da vicino i luoghi dove ha trascorso la sua vita e da cui ha tratto ispirazione per le sue opere. Nel momento in cui mise il pennello sulla tela, i risultati furono sorprendenti. Ma quando si trasformò essa stessa in un'opera d'arte, sfoggiando costumi nazionali sgargianti e gioielli tintinnanti, divenne un vero e proprio mito. Come moglie del famoso muralista messicano Diego Rivera era già ben nota nella sua vita: ma dalla sua morte nel 1954, la sua reputazione ha eclissato di molto quella del marito. Vittima della poliomielite, ebbe anche un terribile incidente stradale all'età di 18 anni, è stata tormentata da problemi di salute, e alla fine ha perso una gamba a causa della cancrena. Tradurre le proprie esperienze di dolore e infertilità in arte ha contribuito a renderla uno dei pittori più avvincenti del XX secolo. La mostra “Frida Kahlo: Making Her Self Up,” al Victoria & Albert Museum di Londra, esamina la sua eredità. In mostra ci sono 200 effetti personali che non hanno mai lasciato il Messico prima, compresi i suoi costumi gioiello, i suoi gioielli grossi ed anche la sua protesi della gamba. Come sottolinea Claire Wilcox, co-curatrice della mostra, il suo retaggio misto (europeo e messicano) e la sua sfida alle convenzioni sociali la rendono sempre più rilevante per la società di oggi.

Leggi anche: Messico, 10 motivi per scoprire Guadaljara

A Città del Messico la sua ex casa, la Blue House a Coyoacan, si trova in un un tranquillo sobborgo.
Nonostante attiri più di 25.000 turisti al mese, il museo rimane un posto tranquillo nei toni del cobalto e della terracotta. Visitarla è come entrare in una tavolozza di colori.  Fu qui che visse, lavorò e amò in egual misura: tra i suoi amanti anche il celebre comunista russo in esilio, Leon Trotsky. Con suo marito, faceva parte di un rinascimento politico e culturale che attirava artisti da tutto il mondo in Messico, molti dall'Europa dilaniata dalla guerra. Sedotti dallo stile di vita bohémien e dal paesaggio di vulcani e piramidi, questi artisti fondarono presto colonie, facendo del paese una potenza delle avanguardie. 

Scopri di più sul Messico con STILE.IT

A San Miguel de Allende Rivera ha lavorato per qualche tempo. È un'elegante città coloniale famosa per il commercio dell’argento, ricca di belle dimore del XVI e XVII secolo e la cui piazza principale, Plaza Allende, era ritrovo di uomini che giocavano a scacchi e sorseggiavano birra. Elencata come sito del patrimonio mondiale dall'UNESCO nel 2008, l'architettura del centro storico è rimasta invariata da quando governarono gli spagnoli. Ma oggi è l'arte, non l'argento, che ha portato ricchezza in questa città: grazie alla presenza di due importanti scuole d’arte che hanno attirato numerosi studenti sin dagli Anni Trenta. Soggiornare nella rinnovata Belmond Casa Sierra de Nevada, un gruppo di case antiche (casonas), evidenzia come arti e mestieri siano al centro della scena qui: ogni camera presenta opere d'arte originali e tessuti lavorati da artigiani.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Messico
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100