Cerca nel sito
Canada location film The Witch Robert Eggers Kiosk Mattawa Ontario

The Witch, l'Ontario  non è mai stato così spaventoso

Il film d'esordio di Robert Eggers ricostruisce il New England nella Ghost Town di Kiosk

universal pictures
Se ne parla da moltissimo tempo, e probabilmente i più curiosi non avranno aspettato l'uscita in sala per godere di uno dei film più inquietanti e originali da molto tempo a questa parte. Si parla di The Witch, esordio alla regia di Robert Eggers, distribuito negli Stati Uniti a partire dal 19 febbraio scorso, ma presentato in anteprima al Sundance Film Festival dell'anno prcedente, il 27 gennaio 2015 (dove vinse il Premio per la Miglior Regia Drammatica).

"Uno degli horror più genuinamente inquientati" degli ultimi tempi (come lo ha definito David Ehrlich di Time Out New York), forse proprio per il suo carattere "Disturbante" e per l'esser riuscito a offrire una esperienza "indimenticabile" e "terrificante" che definir 'horror' sarebbe riduttivo. E questo grazie anche alla fortunata scelta della location trovata nella regione dell'Ontario canadese, a quaranta chilometri circa da Mattawa.

"Sono davvero soddisfatto di dove abbiamo girato - ha dichiarato il regista parlando dei boschi vicino a Kiosk - e del risultato finale. Di fatto era molto difficile trovare la location: nella mia immaginazione di statunitense pensavo che il Canada fosse tutto 'vergine e selvaggio', ma è stato duro perché siamo dovuti andare molto lontano per trovare una foresta di pini bianchi e abeti occidentali che potesse assomigliare al New England".

Un setting particolare dove ambientare la storia della famiglia di pellegrini ambientata nel 1639 e costruita su paranoia e isolamento tanto quanto sulla suggestione creata da Eggers (anche per compensare il budget di un 'misero' milione di dollari, moltiplicato per 30 alla fine), approfittando del piccolo centro, fino a una cinquantina di anni fa popolato da circa 600 persone e dedito principalmente al commercio del legname, ormai vera e propria Città Fantasma (a causa di un terribile incendio e a una sequela di ordinanze che hanno spinto gli ultimi abitanti ad andarsene definitivamente nel 1996) invasa dalla natura circostante.

Quella splendida e imperiosa dell'Algonquin Park e del vicino Kioshkokwi Lake, ancora oggi un luogo gradevolissimo. Del quale il team produttivo non ha potuto approfittare completamente, purtroppo. "Sono state delle riprese molto complicate, perché inseguivamo costantemente il maltempo e riorganizzavamo di continuo lo schedule delle riprese in esterni: è stato un incubo", come confida il direttore della fotografia Jarin Blaschke, spiegando: "L'ambientazione e il tono del film sarebbero stati distrutti se avessimo girato durante i giorni di sole. Nessun tipo di correzione dei colori in post produzione riuscirebbe a replicare l'oscurità autentica. Riprodurla insomma avrebbe minato il realismo che perseguivamo in tutti gli aspetti delle riprese". 26 giorni di riprese che probabilmente segneranno la carriera di Eggers, che avrà altre occasioni per parlare di magia forse, oltre a quella offertagli dalla piccola Kiosk: "una location difficile e remota, senza wi-fi o reti per i telefoni cellulari e i bagni erano davvero pochi". elementi che hanno "conferito una magia particolare alle riprese".


Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Continente Ontario
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100