Cerca nel sito
Viaggi a Baku cosa vedere 

Azerbaijan: 10 cose da fare per scoprire Baku

La capitela azera sul Mar Caspio è il più grande porto del paese: i segreti in 10 mosse

Panorama di Baku
©iStockphoto
Veduta panoramica di Baku
Passeggiate sul lungomare
Baku si trova in una baia naturale su una penisola del Mar Caspio. La città è orientata verso l’acqua e il tratto del lungomare riservato all’intrattenimento è particolarmente piacevole. Milli Park e la sua vasta passeggiata tracciano la curva della baia ed offrono ampi spazi per jogging, ciclismo, rollerblade e passeggiate per cani. Lungo il percorso si trovano attrazioni come la ruota panoramica Baku Eye, il centro commerciale Park Bulvar e il Caspian Waterfront. La Piazza della Bandiera Nazionale è un grande complesso al centro della quale si trova la più grande bandiera azera al mondo: è dominata da un enorme palo di 162 metri che sostiene l’enorme bandiera dell’Azerbaijan.

Mangiare come un re
Baku è una città estraente economica dove anche chi viaggia in sacco a pelo può permettere pasti regali. Per capire l’offerta basta prenotare un tavolo all’interno ella sala da pranzo in pietra di Sivansah, locale adibito sia a museo che a ristorante. La lunga lista dei cocktail trova il massimo in quelli a base di succo di melograno, cosi come la vasta proposta di dolci nazionali comprende i deliziosi pasticiccini alle nocciole. 

Andare in funicolare fino alle Flame Towers
Dalla spiaggia si possono raggiungere le Flame Towers, i tre grattacieli che si stagliano sullo skyline di Baku, con un viaggio in funicolare dal paesaggio mozzafiato. Una delle torri ospita uffici, un'altra appartamenti e la terza un albergo. Da qui è possibile avere una vista magnifica sulla città dall’alto che offre il più bel panorama di Baku.

Prendere un tè 
Per rilassarsi si può degustare un tè in un dei tanti posti caratteristici della città. Seduti su un tappeto di lana azero, con tende di seta alle finestre e tramezzi di legno intarsiato; il te viene servito su tazzine di cristallo a forma di pera con vari frutti secchi e un piattino di pakhlava (la versione azera del baklava).

Leggi anche: Azerbaijan: 5 cose da sapere prima di partire per Baku

Prendere un kebab
Durante le belle serate migliaia di abitanti terminano la loro giornata con una passeggiata nella zona pedonale di Baku affiancata da ambasciate, sedi aziendali e palazzi in stili architettonici diversi che vanno dal neo moresco al barocco. Nizami Street è la via dello shopping e tutti i negozi rimangono aperti fino a tardi. Qui ci sono anche molti locali dove poter gustare un kebab in stile azero in diversi modi: si va dall’usuale panino agli spiedini.

Contrattare per un tappeto
Tappa imperdibile è il Museo del Tappeto. L'edificio è un grande tappeto arrotolato, e al suo interno si possono ammirare esempi magnifici dell'arte della lavorazione del tappeto e non solo. Il museo ospita una collezione di 10.000 pezzi tra tappeti e altre opere d'arte applicata che vanno dal 17esimo al 20esimo secolo. All'interno del Museo c'è anche un negozio dove si possono acquistare tappeti, essendo certi che si tratta di tappeti azeri autentici prodotti a mano e con materiali di qualità. I dipendenti del museo saranno lieti di offrire le informazioni adeguate sul significato e la tecnica della lavorazione dei vari tappeti. Il consiglio è sempre quello di mercanteggiare per avere un buon prezzo, specie se deciderete di comprare più di un tappeto.

Visitare la metropolitana
Il trasporto pubblico non è solitamente una delle attrazioni principali quando si sta in vacanza, ma la metropolitana di Baku e la rete dei passaggi pedonali sotterranei, la maggior parte con scale mobili, bastano anche da soli la visita. Le stesse stazioni della metro sono un tripudio di architettura e design e il prezzo dei biglietti è decisamente basso.

Centro culturale Heydar Aliyev
Il complesso che prende il nome dell’ex Presidente Heyder Alyelv è stato progettato dall’architetto britannico iracheno Zaha Hadid ed ospita sala conferenze, auditorio, una biblioteca ed un museo e svolge un ruolo fondamentale nella vita intellettuale della città. Lo Heydavr Aliyev Center è la risposta azera all'architettura sovietica fatta di mattoni e cemento a vista.

Mangiare la cucina azera 
Non si può lasciare l’Azerbaigian senza aver assaporato la sua cucina. L’indirizzo giusto è il ristorante Sehirli Tendir, nella Città Vecchia. Tra piatti tipici a base di carne e verdure un ruolo di primo piano spetta anche al pane, cucinato direttamente nel forno aperto tandoor all’entrata. 

La Città Vecchia
L'UNESCO ha dichiarato la parte antica di Baku patrimonio mondiale dell'umanità nel 2000; la città risale al dodicesimo secolo e basta una giornata per vedere tutti i monumenti come la Torre Maiden, la Moschea di Juma, i bagni pubblici di Hamam Mehellesi e il Palazzo di Shirvanshahs. Nell'antica città si trova anche una folta popolazione di felini, veri custodi dell'antichità azera.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100