Cerca nel sito
Piatti tipici Zanzibar ricetta Pwewa Wa Nazi

A Zanzibar il polpo profumato al cocco

La ricetta del Pwewa Wa Nazi, piatto tipico di origine persiana

pescheria Zanzibar con polipo e pesce su piano, ittica
iStock
Polpo appena pescato a Zanzibar
Eclettica e profumata, la cucina di Zanzibar è ricca di contaminazioni arabe e persiane. Per secoli, in Tanzania si sono svolti i traffici commerciali tra Oriente e Occidente e le tracce del passaggio di tante popolazioni si ritrovano inevitabilmente nelle specialità tipiche di questo arcipelago. 
I piatti profumano di spezie, largamente coltivate in tutta l’isola e protagoniste nella maggior parte dei piatti. Pilao, pepe, cannella, curcuma, noce moscata, zafferano, zenzero, vaniglia. La noce di cocco, chiamata Nazi, cresce abbondante su tutto il territorio.
 
 
La cucina tipica della Tanzania ruota intorno a pochi elementi centrali quali ndizi, tipiche banane verdi, ugali, preparazione simile alla polenta bianca, riso, latte di cocco e manzo. Le zone costiere come Zanzibar, sono caratterizzate da una cucina più elaborata con pietanze a base di pesce, frutta e verdure tipiche. Ma anche le carni di manzo e agnello. Grande escluso il maiale, escluso dall’alimentazione nella religione musulmana. Tutti i piatti assorbono i tradizionali sapori arabi.
 
PWEWA WA NAZI: POLPO AL PROFUMO DI COCCO A ZANZIBAR
 
Tra i piatti tipici più apprezzati, il Pwewa Wa Nazi, il polpo cotto in latte di cocco, spesso accompagnato da un bicchiere di birra. Il polpo è molto diffuso viene cotto anche insieme alle patate. Ecco la ricetta
 
Ingredienti per 4 persone
 
4 polipi medi
4 patate
1 cipolla
2 spicchio d’aglio
una presa di curry
un pizzico di cannella
5/6 semi di cardamomo
1 lattina di latte di cocco
1 lime
sale e pepe
 
E’ consigliabile cuocere il polpo in una pentola a pressione per raggiungere una consistenza morbida. Per prima cosa utilizzare la parte più grassa del latte di cocco che si trova in superficie. Controllare la cottura del polpo, salare e quando sarà intiepidito, tagliarlo a pezzetti. mettere il polipo in una casseruola per farlo insaporire insieme al latte di cocco “grasso”. 
 
 
Dopo circa mezz’ora, inserire il polpo in una pentola ampia insieme al latte di cocco restante, l’aglio e la cipolla tritati e alle patate tagliate a tocchetti. Cuocere  a fuoco medio e quando le patate inizieranno ad ammorbidirsi, aggiungere le spezie. Dopo 10 minuti, aggiungere sale, pepe e il succo del lime. Proseguir e la cottura a fuoco dolce fino a quando le patate saranno completamente spappolate.
 
Il piatto deve risultare cremoso e può essere servito con riso bollito e accompagnato da una buona birra fredda.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100