Cerca nel sito
labirinto della massone parma fontanella natura giardini itinerari

Nel borgo italiano con il labirinto di bambù più grande del mondo

Alla scoperta del Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci alle porte di Parma.

Labirinto Franco Maria Ricci<br>
courtesy of www.francomariaricci.it press office
Veduta aerea del Labirinto della Masone
Sette ettari di verdissimo bambù che incorniciano un dedalo di sentieri dalle suggestioni visionarie. Un monumentale edificio che custodisce arte, cultura e letteratura e una piramide che racchiude un un tempio colmo di fede e misticismo. Così potrebbe essere riassunta in poche parole l'essenza del Labirinto della Masone a Fontanellato, pittoresco borgo della provincia di Parma. Si tratta di un immenso labirinto formato da piante di bambù, attualmente il più grande al mondo nato, in un certo senso, da un sogno, quello del collezionista, designer ed editore Franco Maria Ricci che, circa vent'anni fa, pensò per la prima volta a questo magnifico dedalo verdeggiante che nel 2015 è diventato, finalmente, un luogo reale.

E sono proprio delle atmosfere oniriche quelle che avvolgono il visitatore non appena varca la soglia del portone dell'edificio principale. Un fitto intreccio di geometrie e linee prospettiche crea un intricato labirinto di ispirazione romana formato da quattro campi interconnessi che si sviluppano attorno ad un quadrato centrale creando una caratteristica pianta a stella. Ogni sentiero è costeggiato da mura verdi di bambù alte poco più di due metri che delineano un percorso di circa 3 chilometri fatto di bivi e biforcazioni (generalmente assenti nei labirinti romani) che conduce fino alla corte centrale, un bellissimo piazzale circondato da loggiati e dominato da una cappella cattolica a forma di piramide, sul quale si aprono due sale ed un grande salone con vetrate con vista sul verde per eventi, e due suites per il pernottamento all'interno del labirinto.

Questo sorprendente dedalo è formato da circa duecentomila piante di bambù di 20 specie differente creando un immenso polmone verde e fa da cornice ad uno spazio culturale che comprende un polo museale, uno spazio per mostre temporanee ed una grande biblioteca che ospitano le ricche collezioni di Franco Maria Ricci, in un affascinante incontro di scultura, pittura e letteratura. Completano l'esperienza un ristorante ed un bookshop che propone interessanti pubblicazioni. Un modo affascinante e diverso di vivere una giornata di primavera in un luogo dal fascino incantato in cui arte e natura si fondono in un unico incantevole insieme.

Leggi anche:
Sulle colline di Parma il castello degli innamorati
Emilia Romagna outdoor: 5 luoghi dagli scenari unici

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100