Cerca nel sito
autunno parchi italiani umbria marche monti sibillini

L'autunno sboccia sui Monti Sibillini

Il Parco a cavallo tra Umbria e Marche vanta decine di vette che superano i 2000 metri e rarità botaniche come l'Ephedra Nebrodensis. 

monti sibillini autunn foliage umbria marche montagna<br>
©Roberto Ricci/Sibillini.net
I colori dell'autunno sui Monti Sibillini
I colori dell'autunno esercitano sempre una particolare attrazione sugli amanti della natura, che in questa stagione partono alla ricerca dei luoghi più belli dove ammirare le calde sfumature che tingono i boschi e creano atmosfere uniche e quasi surreali. Chi visita il Parco Nazionale dei Monti Sibillini in questo periodo scopre un ambiente naturale unico che alle mille tonalità di rosso e giallo che colorano gli alberi autunnali, alternano scenari unici, fatti di soffici distese erbose, impervie creste calcaree e sorprendenti gole solcate da placide acque limpide. Il tutto punteggiato da borghi dal fascino senza tempo che si fondono con la natura e raccontano una lunga storia di interazione tra l'uomo e l'ambiente ed antiche ed affascinanti leggende come quella che narra della presenza su questi territorio della grotta abitata dalla Sibilla.

Adagiato a cavallo tra l'Umbria e le Marche, questo Parco vanta decine di vette che superano i 2.000 metri di altitudine ricoperte da boschi di aceri e di faggi ai cui piedi, sul versante orientale si estendono le strette valli dell'Aso, del Tenna e dell'Ambro, mentre su quello occidentale si aprono tre grandi depressioni ad alta quota dominate dai Piani di Castelluccio, Pian Perduto, Pian Grande e Pian Piccolo. Sul territorio del Parco si possono, inoltre, scoprire anche i due laghi di Fiastra, artificiale, e Pilato, situato a 1.940 metri altitudine sotto la cima del Vettore.

Tra queste meraviglie vivono numerose specie animali e vegetali che danno origine ad una flora ed una fauna estremamente variegate. Piante rare e pregiate come il Genepì dell'Appennino e la stella alpina dell'Appennino fanno capolino tra la Viola Euganiae, l'Anemone Millefoliata, la Gentiana dinarica e Dryas Octopetala, mentre nel Pian Grande è persino possibile imbattersi nell'Ephedra Nebrodensis che in questa zona vanta una delle poche stazioni italiane.

Leggi anche: PALINURO, LA TERRA DELLE PRIMULE PIU' RARE

Tra i boschi e le vallate si aggirano indisturbati lupi, caprioli, cervi e camosci appenninici osservati dall'alto dai numerosi uccelli che solcano i cieli, tra cui si distinguono l'aquila reale, il falcone pellegrino e lo sparviero.

Graziosi borghi spuntano tra i monti e le valli e tra di essi quello di Castelluccio di Norcia spicca per la sua posizione affacciata su un altopiano, dominando tutto il paesaggio. Non a caso viene spesso soprannominato Piccolo Tibet o Tetto dell'Umbria. Tra le località più particolari del Parco, però, merita una visita anche Arquata del Tronto, che oltre a vantare la bella Rocca della Regina Giovanna è anche l'unico comune d'Europa ad avere il territorio diviso tra due Parchi Nazionali, quello dei Monti Sibillini e quello del Gran Sasso Monti della Laga.

Leggi anche: GIARDINI DI SISSI, IMPERDIBILI RARITA' BOTANICHE

Ma in autunno è a caccia di colori che bisogna andare, e questo Parco ne sfoggia davvero di speciali, specialmente se si sa dove andarli a cercare. Le mete da non perdere per gli appassionati di foliage sono moltissime, ed una più suggestiva dell'altra, a cominciare dalla faggeta nei pressi di Castelsantangelo sul Nera, in provincia di Macerata. Sempre nella stessa provincia, l'appuntamento è presso il lago di Boccafornace a Pievebovigliana ed il bosco di piccoli faggi vicino Ragnolo. Raggiungendo la provincia di Perugia, invece, l'appuntamento è a Forca Canapine dove la Macchia Cavaliera in autunno sprigiona emozioni uniche, mentre oltrepassando, infine, il confine con le Marche ci si può lasciare incantare dagli altissimi faggi colonnari della Faggeta di San Leonardo vestiti dei caldi colori del fuoco proprio sotto l'Eremo di San Leonardo delle Pisciarelle.

Leggi anche
70 modi di mangiare bene in Umbria
Vacanze in Umbria a impatto zero
Autunno per buongustai in Umbria

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook


Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100