Cerca nel sito
Picasso, mostra, Lugano

Picasso, uno sguardo differente a Lugano

Al MASI si rilegge l'opera del maestro andaluso attraverso il disegno e la scultura   

Pablo Picasso
©Succession Picasso / 2018,ProLitteris, Zurich
Pablo Picasso - Bicchiere, bottiglia di vino, pacchetto di tabacco, giornale, 1914
Fino al 17 giugno 2018, il Museo d’arte della Svizzera italiana di Lugano rende omaggio al grande maestro spagnolo con la mostra Picasso. Uno sguardo differente, realizzata in collaborazione con il Musée national Picasso di Parigi e a cura di Carmen Giménez, una delle massime esperte dell’artista. Attraverso il rapporto tra disegno e scultura, l’esposizione mostra in maniera inedita l’evoluzione del linguaggio di Pablo Picasso. Le opere sono tutte concesse in prestito dal Musée national Picasso di Parigi che raccoglie la più completa collezione di lavori dell’artista. 
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo presenta 105 disegni e 15 sculture, tutte eseguite tra il 1905 e il 1967. La mostra si dispiega attraverso un vasto arco cronologico e comprende ogni fase dell’evoluzione artistica del maestro spagnolo. La selezione offre una prospettiva inedita della sua creatività, gettando luce sul ruolo dell'artista nello sviluppo dell’arte del Ventesimo secolo con particolare attenzione ai lavori sconosciuti al grande pubblico, non solo per la loro rarità, ma anche per la capacità di ampliare le convenzionali interpretazioni della sua opera. Nella mostra prevalgono i lavori su carta, strettamente legati al Picasso più intimo, accanto alle sculture: due delle tecniche privilegiate dall’artista, raramente messe in dialogo tra loro.
 
DA NON PERDERE
 
Ricordiamo che nel cimentarsi con la carta Picasso si confronta liberamente con tecniche quali il disegno, l'acquerello, il collage, il pastello, il gessetto, come pure il carboncino e l'inchiostro. Fra i disegni a inchiostro segnaliamo “Nudo in piedi”, “Femmina col cappello”, “Natura morta”. E poi ancora  del 1914 “Bicchiere, bottiglia di vino, pacchetto di tabacco, giornale” la “Coppa di frutta e mandolino su tavolino” e inoltre uno splendido Ritratto di André Derain. Fra le quindici importanti sculture che in mostra offrono una sguardo vario e articolato sulla sperimentazione plastica di Picasso segnaliamo “Mandolino e clarinetto” (1913),  Violino (1915) la scultura in bronzo “La capra” (1950) e Testa femminile del 1962, in metallo dipinto policromo.
 
Picasso. Uno sguardo differente
Fino al 17 giugno 2018
Luogo: Museo d’arte della Svizzera italiana, Lugano sede LAC Lugano Arte e Cultura
Info: 41(0)91 815 7971 
Sito: www.masilugano.ch
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100