Cerca nel sito
Giacomo Balla, mostra, Roma

Mostre a Roma: Giacomo Balla, un'onda di Luce

Alla GNAM esposti due importanti nuclei di opere firmate Giacomo Balla conservate nelle collezioni della Galleria

Un'onda di Luce
lagallerianazionale.com 
Giacomo Balla - Un'onda di luce, 1943
Sono stati donati alla Galleria Nazionale di Arte Moderna da Elica e Luce Balla nel 1984, i due nuclei di opere firmate Giacomo Balla che fino al 26 marzo sono al centro di un importante mostra. Si tratta di “Giacomo Balla. Un'onda di luce”, la rassegna frutto dell’illuminata generosità delle figlie dell’artista verso il museo che già nel 1971 aveva organizzato una importante retrospettiva che fu l’occasione per riflettere sul significato della presenza di Balla in mezzo secolo d’arte italiana e sulla sua centralità nel movimento futurista. Il titolo della mostra trae origine da un opera del 1943, “Un’onda di luce” per l'appunto, nel quale l’artista gioca con le parole alludendo alla luce, naturale o artificiale, e al nome della sua figlia maggiore. All'interno del percorso creativo di Balla è infatti possibile individuare un motivo conduttore nel valore della luce, del suo scomporsi e ricomporsi nello spazio e nel movimento, quale linfa vitale dell’immagine.
 
PERCHE' ANDARE
 
Curato da Stefania Frezzotti il percorso espositivo presenta al pubblico i 35 dipinti provenienti da entrambe le donazioni, offrendo così l’occasione di una rilettura essenziale, ma efficace, del percorso di Balla attraverso opere significative dei momenti salienti della sua attività. L'esposizione prende le mosse dalla fase pioneristica del primo decennio del novecento, quando Balla individua nel divisionismo e nella fotografia il linguaggio del moderno, prima di passare alle ricerche sulle dinamiche del movimento e della velocità. E poi ancora gli studi per motivi decorativi e per le arti applicate, alla lunga stagione di adesione ad un suo personalissimo realismo e di ritorno ai temi a lui cari del paesaggio romano, del ritratto, degli affetti familiari. 
 
DA NON PERDERE
 
Fra le opere in mostra segnaliamo “La pazza” (1905, dal Polittico dei viventi), Affetti (1910) e le due tavolette delle “Compenetrazioni iridescenti”” (1912), gli studi sulla velocità, le Dimostrazioni interventiste “(1915). E poi ancora lo schizzo “Appunti dal vero sul quadro Fallimento” (1902), “Ritmi di un violinista” (1912) e il progetto di allestimento per “Villa Borghese. Parco dei Daini”.
 
Giacomo Balla. Un’onda di luce
Fino al 26 marzo 2017
Luogo: Gnam - Galleria Nazionale di Arte Moderna, Roma
Info: 06 32298221
Sito: lagallerianazionale.com 
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100