Cerca nel sito
Castiglione di Sicilia
Città medioevale già ricca di torri, chiese e palazzi nobiliari,conosciuta per il suoi vini dell'Etna, Castiglione attira sempre più eno-turisti sedotti dagli aromi dei vini DOC più prestigiosi: nerello mascalese, nerello cappuccio, cataratto, carricante e nero d'Avola. La superficie adibita a vigneto sul terreno lavico castiglionese è di oltre 750 ettari e su questi vi sono circa 450 aziende vitivinicole, benché di modeste dimensioni, e 5 case vinicole che organizzano visite ai palmenti dove l'uva viene depositata in attesa della torchiatura. In più, Castiglione è stata individuata lo scorso anno come sede dell'Enoteca Regionale per la Sicilia Orientale (e ad accoglierla dovrebbe essere proprio il Castello di Lauria, a lavori ultimati); iniziativa che si presenta come una ulteriore opportunità di sviluppo delle "Strade del Vino" di cui la città medievale in provincia di Catania è una tappa fondamentale. Tra le altre produzioni tipiche del territorio, molto ricercate dall'industria dolciaria, così come dai viaggiatori golosi in visita a Castiglione, sono le nocciole. La parte più caratteristica della città è senza dubbio il Borgo Medievale con i suoi caratteristici vicoli e palazzi nobiliari. Da vedere sono anche la Cuba Bizantina, tempio religioso del VII sec d.C., e le monumentali chiese del centro storico, come quella di Sant'Antonio Abate ( XVIII sec) con i suoi preziosi intarsi marmorei e la Basilica della Madonna della Catena (XVII sec), struttura a croce greca con una scultura gaginiana. Tra gli indirizzi dove assaporare i prodotti tipici di Castiglione e dell'Alcantara, si segnala via Abate Coniglio dove al civico 44 si trova il ristorante e pizzeria Belvedere d'Alcantara che propone, tra le tante specialità, maccheroni fatti in casa, pasta "cu maccu", coniglio alla cacciatora. Al civico numero 2 della bellissima piazza di S. Antonio Abate, il cui nome deriva dall'omonima chiesa seicentesca, ecco l'enoteca con cucina La Dispensa dell'Etna, che offre un'accurata selezione delle migliori tradizioni enogastronomiche della Valle e del territorio Etneo. Ancor più dal carattere casereccio La Porta del Re, trattoria-wine bar sito in via V. Doberdò. Un po' fuori dalla città, a Rovittello, nel versante nord dell'Etna, località raggiungibile percorrendo la strada statale 120, meritano menzione due luoghi di sosta: l'Azienda Agrituristica "S. Marco" che di recente ha riattivato l'attività agrituristica a conduzione familiare, e il Ristorante Il Pìcciolo, che sfodera menù con ingredienti rigorosamente indigeni: asparagi selvatici, pistacchi di Bronte, funghi dell'Etna, ricotta e formaggi, vino cotto ed estratto di pomodoro, agrumi e frutta fresca e secca. Luogo ideale anche per i golfisti, quest'ultimo. Il Pìcciolo Golf Club è infatti il primo campo da golf che la Sicilia conosce dal 1989: 18 buche movimentate che si insinuano tra boschi di querce, noccioli e filari di vigneti.
Articoli correlati:
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100