Cerca nel sito
home / Italia / Codroipo / Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo
Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo
Il Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo dal 1995 ha sede nel settecentesco palazzo arcivescovile, un tempo dimora dei patriarchi d’Aquileia. L’interno del palazzo appare uno straordinario tributo alla grazia del colore e alla sapienza scenografica di Giambattista Tiepolo. Istituito nel 1963, il Museo Diocesano dal 29 aprile 1995 ha sede nel Palazzo Patriarcale di Udine, residenza un tempo del patriarca d’Aquileia e oggi dell’arcivescovo. Il contesto architettonico e pittorico di straordinaria bellezza nel quale vennero allestite le collezioni museali fu alla base della scelta di chiamare l’intero complesso “Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo”. 
I contenuti
La collezione del Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo comprende circa 700 opere, alcune delle quali esposte al pubblico.
Una cospicua parte del patrimonio artistico custodito dal Museo proviene dalle parrocchie della diocesi di Udine. La sezione della scultura lignea è infatti quasi interamente composta da opere che, per motivi conservativi e di tutela, si è preferito accogliere in una struttura che offre maggiori garanzie di sicurezza rispetto agli originali luoghi di culto.
Le sale nelle quali sono allestite le varie collezioni e il piano nobile rappresentano un ulteriore punto d’eccellenza per il Museo. Nel palazzo è infatti possibile godere della bellezza degli affreschi settecenteschi di Giambattista Tiepolo, il quale decorò per volere dell’allora patriarca Dionisio Dolfin il soffitto dello Scalone d’onore, la Galleria degli ospiti e la Sala rossa. Sempre nel piano nobile si possono ammirare le suggestive grottesche di Giovanni da Udine nella Sala azzurra, gli stucchi della Sala gialla e  la Biblioteca patriarcale, custode di un patrimonio librario ricchissimo.
Info dettagli orario:
intero: 7,00 euro
ridotto: 5,00 euro (gruppi minimo 15 persone, over 65 anni, titolari card AMEI e FAI)
ridotto special: 3,00 euro (scolaresche e ragazzi dai 6 ai 18 anni)
gratuito: disabile e suo accompagnatore, guide turistiche (munite di regolare attestato), bambini fino ai 6 anni, ospiti d'onore dell'Arcivescovo, titolari FVG card Particolari convenzioni:
Gratuità per chi acquista la FVG card presso il punto informazioni della cittàridotto (5,00 euro) per i possessori della card AMEI
(Associazione Musei Ecclesiastici Italiani)
ridotto (5,00 euro) per i tesserati FAI (Fondo Ambiente Italiano)

[Fonte: ARTE.it]

Indirizzo
Piazza Patriarcato 1
citta
Udine (UD)
email
info@musdioc-tiepolo.it
telefono informazioni
+39 0432 25003
Articoli correlati:
  • Udine, alla scoperta delle Frecce Tricolori
    Courtesy of ©PromoTurismo Friuli Venezia Giulia - Ufficio stampa - Fabrice Gallina

    Udine, alla scoperta delle Frecce Tricolori

    La Base aerea della Pattuglia Acrobatica Nazionale in estate apre le porte al pubblico
  • Retrospettiva per Olivo Barbieri a Udine
    Villaggio Globale International

    Retrospettiva per Olivo Barbieri a Udine

    A Villa Manin 199 fotografie tracciano un percorso retrospettivo di 30 anni di ricerca sull'illuminazione artificiale e il suo rapporto alchemico con la realtà
  • Fotografia: le icone di Hollywood a Udine
    © John Kobal Foundation

    Fotografia: le icone di Hollywood a Udine

    A Villa Manin rivivono le stelle dell’epoca d’oro di Hollywood grazie agli scatti dei grandi fotografi, ritrattisti e di scena
  • A Udine con Mirò e i colori della solitudine 
    http://villamanin.it

    A Udine con Mirò e i colori della solitudine 

    A Villa Manin una mostra ripercorre l’universo artistico di Mirò degli ultimi 30 anni di vita. In mostra fino al 3 aprile 2016 oltre 250 opere
  • Villa Manin di Udine tra arte e musica
    Courtesy of Fondazione Marconi ©Man Ray Trust by SIAE 2014

    Villa Manin di Udine tra arte e musica

    In occasione della grande mostra su Man Ray a Passariano, Teho Teardo eseguirà dal vivo le colonne sonore originali composte per tre film dell’artista
  • La mela del Friuli Venezia Giulia
    territori.coop.it

    La mela del Friuli Venezia Giulia

    Non solo Trentino. Nell'area di Pordenone viene coltivato un frutto con metodi di lotta integrata, ingrediente della tradizionale frictella de poma e del Succo di mele DOP
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100