Cerca nel sito
L'Avana Fidel Castro morte luoghi a Cuba

Cuba, i luoghi della rivoluzione di Fidel Castro

Da Birán, dove il leader nacque, alla sua villa nel quartiere di Siboney: un tour alla scoperta del lato umano del rivoluzionario

L'Avana
istock
L'Avana
PERCHE' SE NE PARLA Nove giorni di lutto a partire da oggi, in silenzio, senza feste. Le ceneri di Fidel Castro sono state raccolte in un'anfora che percorrerà tutta l'isola. Toccando, sino al 4 dicembre, i luoghi che hanno scandito la storia della rivoluzione dei barbudos. Fino all'ultima tappa, nell'Oriente, a Santiago de Cuba, dove riposeranno in un mausoleo. Nella grande Plaza de la Revolución, invece, bandiere a mezz'asta e transenne. L'isola saluta così uno dei personaggi più discussi del Novecento.
 
PERCHE' ANDARCI Se volete ripercorrere le tappe principali di Fidel Castro, sappiate che nacque a Birán, una frazione del comune di Mayarí, nella provincia di Holguín. Il padre, qui possedeva una piantagione di 93 kmq. Studiò a Santiago di Cuba, inizialmente alla scuola La Salle. Poi all'Avana, dove studiò nell'esclusivo collegio de Belén. Al termine, sempre qui, si iscrisse alla facoltà di Diritto. Nel quartiere di Siboney c'è invece la sua grande villa, quella circondata da "Punto Cero". Un vasto complesso di case, edifici e terreni che assomigliano a una comunità controllata o di una base militare. Qui ha accolto Papa Francisco, diversi presidenti latinoamericani, nonché tanti sostenitori, come Maradona e il regista Oliver Stone. Un grande pezzo di terra, una sorta di fattoria, dove si produce tutto ciò che qui si consuma. Animali, piante, alberi, e una fittissima rete di videosorveglianza.
 
DA NON PERDERE In Plaza de la Revolución si trova l'ex palazzo presidenziale di Cuba, che oggi ospita il Museo de la Revolución. Questo palazzo divenne celebre nel 1957, quando un gruppo di studenti insorse contro il regime. Questo è dedicato alla Rivoluzione cubana e alla storia dell’isola. Belli gli interni e interessante la storia, seppur talvolta non raccontata in maniera oggettiva. 
 
PERCHE’ NON ANDARCI Maggiore cautela durante le ore notturne, evitando strade non illuminate. Sono frequenti i black out dovuti a risparmio energetico. Attenzione anche nelle strade del centro delle città e in quelle fuori del centro de L'Avana (L’Avana Vecchia), nei quartieri più popolari come "Centro Avana" ed in alcune località turistiche alla periferia della capitale come Guanabo.
 
COSA NON COMPRARE Riproduzioni di ballerine e musicisti in legno sono presenti un po' ovunque, come anche automobili e cappellini con l'immagine di Che Guevara. Inoltre potrete acquistare dell'eccellente rum cubano, ma attenzione ai sigari di contrabbando offerti per strada: spesso solo la foglia che li riveste è di tabacco.
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100