Cerca nel sito
HOME  / cuore
roma ristoranti romantici testaccio 

Roma romantica al Rione Testaccio cena inclusa

Alla scoperta del quartiere storico da coronare con una cena tra le anfore romane

Ketumbar cantina vini e monte cocci testaccio
Adagiato sulla riva sinistra del Tevere, in un'area di circa 60 ettari delimitata dalle mura Aureliane, l'Aventino e l'ansa del fiume, Testaccio è un rione storico di Roma dalle suggestioni uniche dove lasciarsi cullare dalle testimonianze di epoche lontane, dalle atmosfere senza tempo cariche di arte e di cultura che sprigionano dalle vie e dalle piazze e dalla vibrante vivacità di una frizzante vita notturna che si snoda tra i numerosi locali sparsi nel quartiere. Non è un caso che l'intero Rione sia diventato un Museo Diffuso che racconta un capitolo importante della storia di Roma, quello che narra del rapporto tra la città e il suo fiume e del ruolo che esso ha avuto nello sviluppo e nell'evoluzione nel tempo dell'intera area circostante. Non bisogna essere necessariamente appassionati di storia o di archeologia per amare questo posto, non bisogna essere per forza amanti dell'arte, della cultura e del folklore, e non bisogna essere grandi frequentatori di locali notturni per lasciarsi conquistare dalle suggestioni del rione Testaccio. Questo storico angolo di Roma arriva dritto al cuore di chi desidera esplorarlo sprigionando uno charme tutto speciale che non si limita alle singole attrazioni che propone a cittadini e viaggiatori. Per questo è il luogo ideale per una passeggiata di coppia alla scoperta di Roma e del suo animo più autentico.

Camminando per il quartiere si gode del fascino millenario della Roma antica che ha lasciato preziose testimonianze attorno alle rive del suo fiume. Ed è proprio l'interessante area archeologica dell'Emporium, il grande approdo realizzato tra il II e il I secolo a.C., il cuore di questo speciale Museo Diffuso. Assieme alle vestigia del porto si possono ammirare quelle dei diversi locali sorti attorno allo scalo e destinati all'approvvigionamento e alla gestione delle merci, in particolare l'affascinante Porticus Aemilia, sulla cui funzione, tuttavia, ancora oggi si dibatte, e i cosiddetti horrea, veri e propri magazzini di stoccaggio, tra cui gli Horrea Galbana, Lolliana e Seiana. A vegliare sull'antico approdo si erge il MonsTestaceum, il “Monte dei Cocci”, che altro non era che una discarica di anfore oleari di epoca imperiale dalle quali è nato un vero e proprio colle artificiale, ai piedi del quale si snoda il rione. Il ruolo del fiume e la sua vocazione mercantile, sono stati determinanti nello sviluppo urbanistico del rione nei secoli successivi ed è proprio per questo che vi si possono ammirare edifici e costruzioni risalenti ad epoche diverse della storia di Roma. E se in epoca medievale, grazie alla presenza delle numerose vigne che punteggiavano la pianura, la zona si animò con l'apertura di numerose osterie che hanno reso il quartiere uno dei più votati alla ristorazione e allo svago, fama che tutt'ora mantiene inalterata, con l'unità d'Italia il rione diventò un'area industriale che ospitava numerosi stabilimenti e strutture tra cui lo storico Mattatoio, oggi divenuto sede di uno dei più fiorenti poli culturali ed artistici della città legato al complesso museale del MACRO.

E se il folklore dello storico quartiere romano rivive tra i banchi del nuovo Mercato, la struttura dal design moderno che li accoglie, così come le opere e le iniziative che animano il polo museale dedicato all'arte contemporanea, tengono lo sguardo ben ancorato sul presente e sul futuro, così come i numerosi locali sorti nel tempo che, affiancatisi alle trattorie e alle osterie tradizionali, hanno mantenuto inalterato il fascino tipico del rione, da sempre affascinante cerniera tra il passato storico della città e il suo sviluppo nel tempo. Non esiste cornice più suggestiva per trascorrere una serata di coppia all'insegna della Roma più autentica e del suo essere in tutto e per tutto una Città Eterna. E non esiste, dunque, luogo migliore di un locale di Testaccio per chiudere in maniera romantica una giornata carica di emozioni. Un locale che custodisca tra le sue quattro mura tutto lo spirito del rione a cavallo tra passato e futuro. In questo caso la scelta può ricadere sul caratteristico Ketumbar, nel cuore del quartiere, all'interno di uno degli edifici più antichi del della zona del Museo Diffuso di Testaccio, con tanto di anfore romane a decorare le pareti. Proprio come avviene durante una passeggiata nel rione, anche al tavolo del locale si può ripercorrere l'intera storia della città, potendo gustare tanto le classiche portate della cucina romana, quanto le più moderne creazioni gastronomiche, in un trionfo di abbinamenti interessanti  a metà strada tra tradizione e innovazione.
 

Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100