Cerca nel sito
HOME  / cuore
Riviera Romagnola Grotte di Onferno per coppie

Onferno, escursione romantica nelle grotte di Dante

Suggestioni fuori dal comune per le coppie più impavide che visitano le grotte romagnole

Onferno grotte
©Cattolica tour
Sala delle Grotte di Onferno
Un itinerario originale che promette di stupire la propria dolce metà potrebbe essere quello che porta alla scoperta di cavità sotterranee. A pochi chilometri dall’affollata Riviera Romagnola si trovano la Riserva Naturale e le Grotte di Onferno, ideali per le coppie che abbiano voglia di respirare atmosfere surreali. Il complesso carsico di enorme valore venne scoperto agli inizi del Novecento. La visita inizia con la discesa all’interno del bosco di un sentiero che scende per circa cento metri di dislivello e al cui termine si incontra l’accesso al canyon sotterraneo dove si incomincia la visita ai vari ambienti. Viene percorso il canale principale scavato dall’acqua durante i vari secoli, che regala panorami sotterranei fatti di cristalli di gesso che emergono dall’acqua, soffitti lisci e cesellati che testimoniano l’antico passaggio del torrente, concrezioni calcaree e strettoie grazie alle quali si accede alle diverse sale.

Leggi anche: Le grotte più spettacoalri del mondo

Sale che, con i diversi ingressi, sono ben arieggiate e ventilate. La Sala Quartina o dei Mammellonati si presenta con gradi protuberanze gessose che sporgono dal soffitto che detengono il primato di essere tra le più grandi mai scoperte in Europa. Il complesso carsico di Onferno si sviluppa per più di 850 metri nelle viscere dell’affioramento gessoso della Val Conca ed è considerato tra i più importanti d’Italia tra le grotte di gesso. La loro bellezza si inserisce in un contesto naturale altrettanto interessante sia dal punto naturalistico che scientifico grazie alla flora, tipica di altitudini superiori. A tutto questo si aggiunge l’antico castello di Onferno che ha ripreso vita con la piazzetta al centro del borgo che è stata recuperata. La sede della Riserva Naturale è nella antica Pieve di Santa Colomba, restaurata ed adibita a museo naturalistico.

Per le coppie più impavide il parco offre anche la possibilità di intraprendere escursioni estive notturne quando i pipistrelli, che popolano le grotte, sono in grande fermento e volano da una parte all’altra. Non in molti sanno che proprio le Grotte dell’Onferno sono state di ispirazione a Dante Alighieri per il suo Inferno della Divina Commedia. Percorrendole dall’alto al basso si può infatti immaginare di essere nell’Inferno dantesco: si incontra il trono di Minosse, il vento in faccia che sale dal basso che ricorda il vento del lussuriosi, le arpie del Canto tredicesimo, le viscere sanguinanti di Maometto, il cranio del Conte Ugolino che viene eroso dall’Arcivescovo Ruggieri nella ghiaccia infernale, le ali di Lucifero sul fondo delle grotte con migliaia e migliaia di pipistrelli.


Saperne di più su CUORE
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100