Cerca nel sito
HOME  / cuore
Napoli itinerario romantico per coppie e attrazioni

Napoli, i luoghi più romantici da visitare in due

Accompagnati dalla celebre vivacità partenopea ecco un itinerario per coppie che vogliano scoprire un altro volto del capoluogo campano tra i panorami più romantici

Panorama del Golfo di Napoli
©iStockphoto
Napoli, panorama con il Golfo e il Vesuvio
Al di là dei canonici itinerari turistici che portano alla scoperta dei monumenti più importanti a livello storico artistico, le coppie che abbiano voglia di passeggiare per Napoli possono ammirare gli scorci più suggestivi e romantici che solo la città partenopea sa regalare, grazie alla sua panoramica posizione. Per immortalarsi nella cornice da cartolina, con il Vesuvio sotto il cielo azzurro e la città che si adagia ai suoi piedi, bisogna arrampicarsi sulla collina di Posillipo da Via Orazio, fino alla terrazza di Via Felice Minucio, dove il più classico dei panorami romantici lascia spazio ai baci più appassionati al tramonto. C’è un altro modo per salire alla terrazza di Posillipo, ovvero attraverso le Tredici discese di Sant’Antonio, o Rampe di Sant’Antonio, una serie di curve a gomito grazie alle quali si può ammirare la città più misteriosa ed affascinante da diverse prospettive, che uniscono il convento di Sant’Antonio a Posillipo e Mergellina.

Leggi anche: NAPOLI: LA CITTA' PIU' BELLA (E PERICOLOSA) D'ITALIA

L’edificazione delle tredici rampe fu voluta dal viceré Ramiro de Guzman duca di Medina, come si legge anche nella lapide in latino posta sulla I rampa che sale da piazza Sannazaro, in modo da rendere il percorso più agevole per i pellegrini che intendevano raggiungere il complesso religioso. Il Parco Virgiliano si trova di fronte all’isola di Nisida, nel quartiere di Posillipo, e risulta essere il più straordinario parco panoramico cittadino, poiché lo sguarda abbraccia un sorprendente panorama che comprende le isole di Ischia, Capri e Procida, il golfo di Pozzuoli e quello di Bacoli, il Vesuvio, la Penisola Sorrentina e tutto il centro storico. Altro luogo, altro punto panoramico: salire sulle terrazze di Castel dell’Ovo, sul lungomare di Mergellina, nel rione di Santa Lucia, significa avere alle spalle avrete tutta Napoli, a levante il Vesuvio e davanti a il tramonto fiammeggiante.

Leggi anche: NAPOLI, QUANDO LA CULTURA DIVENTA HIGH TECH

Sulla collina del Vomero, accanto a Castel Sant’Elmo, spicca il grande complesso monumentale della Certosa di San Martino, con un interessante museo storico e i suoi giardini: nel giardino inferiore, fra i vigneti dei monaci, si snoda una passeggiata di grande effetto, con il Golfo di Napoli ai piedi. Brevi sentieri e piccoli boschi regalano scorci pittoreschi e angoli deliziosi nel parco di Villa Floridiana, al Vomero, dove si alternano le forme tipiche del giardino all’italiana e le prospettive del giardino all’inglese, tempietti e grotte misteriose che sbucano tra gli alberi. Nel giardino a terrazza, fra le colonne del Tempio ionico, spuntano Napoli e il golfo inquadrati in vedute incantevoli. C’è poi il piccolo borgo di Marechiaro, che negli anni Sessanta era il luogo simbolo della dolce vita napoletana e meta preferita dalle star hollywoodiane: la celebre Fenestrella, una piccola finestra con un garofano sul davanzale, ha ispirato una delle canzoni napoletane più popolari, Marechiare, scritta da Salvatore di Giacomo. Qui una cenetta a lume di candela tra i ristorantini tipici è d’obbligo.
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100