Cerca nel sito
Anniversari & Luoghi - Sicilia 50° anniversario terremoto Belice

Terremoto Belice, mezzo secolo di memoria in Sicilia

50 anni fa la scossa nella notte che devastò la valle occidentale dell’isola

case deturpate dal terremoto in Sicilia
iStock
Le case deturpate dal terremoto in Sicilia
Mezzo secolo di memoria e di dolore a causa del terremoto che sconvolse la Valle del Belice. Oggi ricade il 50° anniversario che nella notte tra il 14 e il 15 gennaio sconvolse la Sicilia occidentale. A guardare gli scatti dei fotoreporter, vengono ancora i brividi. Cittadine di grande ricchezza storiche completamente ridotte in maceria e trafitte dalla polvere.

VALLE DEL BELICE: IL RICORDO DELLA TRAGEDIA
 
A 50 anni di distanza dal terremoto l’omaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sui luoghi del dramma. La Fondazione Sant’Elia ospiterà a Palermo dal 28 gennaio al 13 marzo la mostra "1968/2018 Pausa Sismica. Cinquant’anni dal terremoto del Belìce. Vicende e visioni”, (dal 28 gennaio - 13 marzo).
 
Leggi anche: SICILIA TRA FINZIONE E REALTA’ (Stile.it)
 
La scossa interruppe con il suo boato la tranquillità della Valle del Belice alle 16.48. Gibellina, Menfi, Montevago, Partanna, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, Santa Margherita e Santa Ninfa, avrebbero per sempre portato i segni della paura. Alle 2.33, un’altra violenta scossa si avvertì fino a Palermo e Pantelleria. E infine l’apocalisse: alle 3.01 il Belìce non esisteva più. Tra i paesi palermitani più colpiti anche Camporeale, Roccamena, Chiusa Sclafani e Contessa Entellina.

SICILIA: UN ANNO DI COMMEMORAZIONE PER IL TERREMOTO DELLA VALLE DEL BELICE
 
Quella notte morirono quasi 300 persone. Un dato approssimativo che purtroppo non sarà mai definitivo.  Si trattò del primo grande evento catastrofico del dopoguerra. Una ferita ancora aperta - come hanno sottolineato i sindaci della Valle del Belice - perché i mancati finanziamenti impediscono la totale ricostruzione.
 
Leggi anche: L’ARTE PER LA SOLIDARIETA? (Stile.it)
 
La commemorazione vedrà una serie di manifestazioni che andranno avanti per tutto il 2018. Oggi Mattarella consegnerà targhe in ricordo di personalità simbolo che hanno perso la vita nell'aiuto alle popolazioni terremotate. A Sambuca di Sicilia la Chiesa Madre, costruita nel 1420 sulle rovine del castello arabo, potrà finalmente riaprire i battenti nelle prossime settimane. La tragedia rivivrà anche attraverso numerose mostre fotografiche, ma il ricordo del sisma attraverserà tutti i paesi colpiti.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100