Cerca nel sito
Siena Teatro dei Rozzi bicentenario

Siena celebra i 200 anni del Teatro dei Rozzi

Vanta una tradizione antica uno dei teatri gioiello della città toscana

Dettaglio del Teatro dei Rozzi
© Accademia dei Rozzi
Siena, Teatro dei Rozzi: dettaglio
Tra le  tante attrazioni che rendono meravigliosa Siena ci sono i suoi teatri. Quello più noto ai più è il Teatro dei Rinnovati perché si colloca nel Palazzo Pubblico in Piazza del Campo ed è l’unico esempio, in Toscana, di teatro con pianta a campana. Ma la città ospita diversi punti di aggregazione culturale tra cui il Teatro dei Rozzi, altro gioiello che vanta una storia antica. Quest’ultimo, proprio quest’anno, celebra due secoli dalla sua fondazione e fino al 10 dicembre ha in programma un calendario fitto di appuntamenti con momenti di approfondimento, presentazioni di libri e conferenze, concerti, spettacoli e serate di prosa.

Leggi anche: Siena: la città dà spazio ai più piccoli (Stile.it

Venne inaugurato nel 1817 con una grandiosa festa da ballo riservata ai Soci della omonima Accademia culturale. La prima opera rappresentata fu L’Agnese di Fitzenry di Ferdinando Paer ed in breve divenne uno dei principali teatri di prosa italiani. Fu nel 1873 che si decise di rinnovarlo, e con la sua nuova veste il Teatro dei Rozzi restò aperto fino al 1945 quando venne dichiarato inagibile per i danni riportati durante la Seconda Guerra Mondiale. Completamente restaurato, venne ancora riaperto al pubblico il 29 maggio del 1998, con 499 posti disposti su platea, tre ordini di palchi e una balconata aperta.

Leggi anche: Siena celebra Ambrogio Lorenzetti

La sua storia affonda le proprie radici ai tempi della "Congrega dei Rozzi”, voluta da un gruppo di artigiani nel 1531 e trasformata in Accademia nel 1690. Soprattutto durante l’Ottocento è stata una delle istituzioni culturali più prestigiose di Siena. L’intento dell’Accademia era quello di raffinare in una versione cittadina le forme d'arte, sia teatrale che poetica in genere, popolaresche. Con il passaggio da Congrega in Accademia anche la produzione si fece più colta, pur mantenendo inalterati i principi informatori del rapporto fra teatro rusticano e teatro cittadino. Si decise, quindi, di costruire un vero e proprio teatro e i Rozzi decisero di acquistare alcuni locali confinanti con l'Accademia, quelli situati in Piazza San Pellegrino, oggi conosciuta come Piazza Indipendenza. Durante tutto il corso del XIX secolo il Teatro ospitò le più grandi “Compagnie di giro” nazionali, divenendo un vero e proprio tempio della prosa italiana.


Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Toscana
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100