Cerca nel sito
  / HOME
Roma Trastevere dove mangiare

Ristoranti ed enoteche di Trastevere

Cucina autentica romana in uno dei quartieri più amati di Roma. Indirizzi da non perdere.

Penne all'amatriciana
©Shutterstock
Il Rione Trastevere è un simbolo: poco da aggiungere. Il simbolo di una Roma in parte “sparita” ma – al tempo stesso - ancora viva. Una selva di vicoli, stradine e piazze, ognuno con un frammento di storia da scoprire e da raccontare. E, perdendosi in questa selva, è facile “inciampare” in un’osteria, una trattoria o un ristorante dove scoprire l’autentica cucina romana.  E’ il caso, ad esempio, dell’Enoteca Ferrara, all’angolo tra Piazza Trilussa e Vicolo del Moro, da venti anni considerata il tempio dei vini, per la scelta ampia e pregiata delle etichette italiane. Le sorelle Maria e Lina Paolillo, la prima architetto e chef e l’altra sommelier, aprirono questo locale già nel 1988 in via dell’Arco di San Callisto sempre nel quartiere Trastevere. La location, che nel 1996 si è spostata a via del Moro, è di rara bellezza: ospitata in un palazzo del Quattrocento un tempo convento di Sant’Eufemia, conserva ancora il soffitto a travi dell’epoca e restaurato che ne costituivano il vecchio chiostro. Ma conquista anche la cucina,  basata sulla tradizione italiana contadina, zuppe, polente, umidi, sformati, quinto quarto, salumi, formaggi e verdure di stagione. Il menu è un trionfo di varie regioni, dal Veneto alla Sicilia.

Ma, nella splendida cornice di Trastevere, si distingue anche Checco er Carettiere, un ristorante dove tradizione e cultura del cibo si uniscono in un ambiente schietto e famigliare. Oltre alla cucina tradizionale un'altra specialità di Checco è il pesce di paranza condito con estrema semplicità. Gino in Trastevere è invece presente da più di 50 anni con la sua nota passione per l'antica cucina romana. Invece, nei pressi dell’Isola Tiberina, c’è La Cornucopia,  ristorante specializzato in piatti a base di pesce dove gustare anche la cucina tipica della tradizione romana. Tra le varie portate  ecco le linguine all'astice fresco al momento, il rombo alla Vernaccia, la sogliola alla mugnaia. Il Ristorante Galeassi, gestito dalla famiglia Giovarruscio dal 1950, è il tempio indiscusso dell'ospitalità romana: qui i sapori della cucina tipica e marinara vengono esaltati per deliziare tutti i palati, anche i più esigenti.  Infine, Checchino che, dal 1887, offre la tipica cucina romana del quartiere Testaccio, con piatti della cucina regionale italiana, valorizzati da vini laziali. Per gli appassionati, anche una selezione di più di 450 vini provenienti da Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Germania e Australia, in prevalenza vini rossi.


Vai alla GUIDA ROMA

Leggi anche
Le bellezze di Roma vecchie e nuove
A Roma il primo hotel fatto di rifiuti
Roma, locali e quartieri trendy
Saperne di più su
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100