Cerca nel sito
Mar Morto viaggi vacanze informazioni

Mar Morto, esplorare il punto più basso della Terra

Tra tutte le vacanze al mare, questa è la più strana: scopriamo il perchè

Scorcio del Mar Morto
©iStockphoto
Scorcio panoramico del Mar Morto
Mar Morto, storia e conformazione
In una valle secca e rocciosa in quello che sembra il centro della terra, il Mar Morto è una delle meraviglie naturali del mondo. Dieci volte più salato dell'oceano, è uno specchio d'acqua inospitale e simile a nessun altro luogo sulla terra. I turisti si affollano qui per le qualità curative di aria calda secca, acqua salata e fanghi ricchi di sostanze nutritive. Il Mar Morto si trova in Medio Oriente, nel punto più basso sulla terra, il fondo della Valle del Giordano, a 430 metri sotti il livello del mare. Milioni di anni fa, era una laguna di acqua salata collegata al Mar Mediterraneo. Nel corso di centinaia di migliaia di anni, le placche tettoniche si sono spostate, sollevando il terreno tra il Mar Morto e il Mediterraneo e interrompendo l'approvvigionamento idrico dall'oceano. Ora un lago, diventato più salato nel corso degli anni da quando l'acqua è evaporata. La salinità è stata misurata intorno al 34,2%, oltre nove volte più salato dell'oceano. 

Leggi anche: Mar Morto, l'ultimo segreto dei rotoli di Qumran

Mar Morto, le caratteristiche
Non sono i Caraibi, ma ci si può divertire ugualmente. Per lo più roccioso, a volte sabbioso, e sempre comunque un po’ fangoso, il litorale e le acque offrono comunque panorami mozzafiato, con montagne rocciose che circondano il mare a est e ovest e lussureggianti terreni agricoli a nord. Nulla è paragonabile ad una spiaggia tropicale o ad un lago alpino, ma proprio questa è la caratteristica del Mar Morto. L’acqua  è poco chiara, piena di limo e fango; la salinità e il paesaggio desertico fanno sì che quasi nulla possa sopravvivere in o vicino all'acqua, ad eccezione di alcune palme. Contrariamente a quanto si potrebbe supporre, il Mar Morto non è puzzolente. Mentre il fango potrebbe avere un odore un po’ terroso, l'acqua stessa ha invece un odore gradevole e pulito. Tra le regole che necessariamente bisogna seguire per immergersi nelle acque del Mar Morto ci sono quelle di non tuffarsi, non immergersi con la testa perché se l’acqua va negli occhi il sale pizzica per oltre un’ora e non entrare se ci si è appena rasati o si hanno ferite aperte. 

Leggi anche: Giordania, le migliori spa sul Mar Morto

Mar Morto, cosa fare
Non ci sono barche o sport acquatici da provare sul Mar Morto. E non è proprio l'oasi rinfrescante che ci si può aspettare da un soggiorno balneare. Ma fluttuare e rimanere a galla tra le sue acque è una delle esperienze più meravigliose della vita. Dalla tarda primavera all'inizio dell’autunno non c’è turismo, in quanto le temperature possono salire ben oltre i 40 gradi. Ma nel tardo autunno, inverno e all'inizio della primavera, si trasforma in un rifugio termale caldo a poche ore di volo per la maggior parte degli Europei. Oltre alla sensazione estremamente strana di galleggiare nell’acqua, incapaci di affondare, si ritiene che il Mar Morto abbia proprietà curative. Il sale si utilizza per trattare la psoriasi e l'eczema, viene raccolto e spedito in tutto il mondo per l'uso in prodotti di bellezza e rimedi casalinghi. Inoltre, il fango ricco di sostanze nutritive che circonda il Mar Morto crea la possibilità di praticare un trattamento termale naturale. Ci sono secchi di fango allestiti nelle località lungo il litorale proprio per questo ci si sdraia nel fango nero dall'odore di zolfo, ci si asciuga al sole caldo e si va poi in mare a ripulirsi. Questo processo lascia la pelle morbida come la seta. Il luogo è diventato una destinazione termale con resort e centri termali di livello mondiale, grazie agli hotel a cinque stelle dove è possibile concedersi trattamenti e terapie.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Giordania
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati