Cerca nel sito
Alexander Rodchenko, mostra, Ancona

Rodchenko e il costruttivismo in mostra a Senigallia

A Palazzetto Baviera 150 immagini scattate da Rodchenko tra gli anni '20 e '30

Alexander Rodchenko 
Ufficio stampa Maria Chiara Salvanelli
Alexander Rodchenko - AMO Automobile Factory n°13, Mosca
Le sale di Palazzetto Baviera a Senigallia ospitano fino al 20 gennaio 2019 la mostra Alexander Rodchenko. Revolution in photography. L'esposizione documenta la ricca produzione fotografica del maestro russo, esponente di spicco dell’avanguardia russa del XX secolo. Esponente di punta del Costruttivismo, movimento che inseriva attivamente l’arte nel profondo processo di rinnovamento avviato in Russia dalla “Rivoluzione di Ottobre”, Rodchenko (1891–1956) mutò radicalmente il mondo della grafica, del design, della fotografia. Ricordato come “il padre della fotografia sovietica”, Rodchenko dà forma a uno stile e a un linguaggio visivo del tutto unici: nasce con lui il “Metodo Rodchenko” che gioca con composizioni in diagonale, prospettive scorciate, punti di ripresa insoliti dal basso verso l’alto e viceversa. 
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo curato da Olga Sviblova, mette in scena circa centocinquanta immagini realizzate da Alexander Rodchenko tra gli anni Venti e Trenta. La mostra prende avvio con l’Autoritratto caricaturale del 1922, esposto accanto alle famose fotografie “La scalinata” (1930) e “Ragazza con una Leica” (1934), che incarnano integralmente i principi innovativi del suo “metodo”. L’itinerario di mostra prosegue con una selezione di immagini sulla realtà industriale come la “Fabbrica di automobili AMO” del 1929,  MoGES (Centrale Elettrica di Mosca), che documenta la nuova centrale elettrica eretta nel 1927 e la celebre Scala antincendio (con un uomo) che documenta il lavoro degli operai. In mostra anche le spettacolari parate di ginnasti e atletiche raccontano lo spirito dinamico e la nascente coesione sociale degli anni Trenta in Russia.
 
DA NON PERDERE
 
La rassegna racconta, inoltre, “la nuova Mosca” grazie alle fotografie della costruzione del Parco della Cultura e della asfaltatura delle strade di Leningrado, e con le immagini di edifici simbolo, quali quello progettato da Ginzburg sul viale Novinski e quello del Mosselprom. La fotografia di stampo giornalistico è, invece, testimoniata dagli scatti dei fotoreportage all’interno dell’ufficio editoriale e dell’archivio del giornale “Gudok” (1928) e quello sui lavori di costruzione di grandi imprese ingegneristiche, come la costruzione del canale che collega il Mar Bianco con il Mar Baltico.
 
Alexander Rodchenko Revolution in Photography
Fino al 20 gennaio 2019
Palazzetto Baviera, Senigallia (AN)
Info: 334 105.24.16 
Sito: www.comune.senigallia.an.it | www.feelsenigallia.it
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Marche
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100