Cerca nel sito
Monte Amiata
Thinkstock
Monte Amiata
Divisa a metà tra le provincie di Siena e Grosseto, il Monte Amiata, con i suoi 1.738 m sul livello del mare non è solo la montagna più alta della provincia di Siena, ma è anche  il vulcano spento più alto d’Italia. I segni di quest’ antica attività si possono notare tutt’ora nella presenza di acque termali sulfuree e nei soffioni utilizzati come energia geotermica. Abbadia San Salvatore, Vivo d’Orcia, Piancastagnaio sul versante senese e Arcidosso, Santa Fiora su quello grossetano, sono i paesi più importanti del Monte Amiata, borghi storici ricchi di storia e passato. L'area compresa dai comuni di Abbadia San Salvatore, Arcidosso, Castell'Azzara, Castel del Piano, Piancastagnaio, Santa Fiora e Seggiano conta una popolazione complessiva di 25mila  abitanti, mentre se vengono considerati anche quei comuni situati più a valle che però fanno parte dell'Unione dei comuni del Monte Amiata, sia sul versante grossetano (Cinigiano, Roccalbegna, Semproniano), sia sul versante senese (Radicofani, San Quirico d'Orcia), si raggiungono i 34mila. In questi comuni si parla un dialetto specifico, l’amiatino, che fonde il tradizionale toscano con peculiarità linguistiche del grossetano e del senese. Data la natura del territorio, le attività economiche prevalenti sono prevalentemente l’agricoltura, la pastorizia e la silvicoltura. Superficie dell'ambito: circa 62000 ettari.
Articoli correlati:
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati