Cerca nel sito
  / HOME
Isole Vergini Britanniche - regate e soggiorni lusso a Virgin Gorda

Resort per lupi di mare

Isole Vergini Britanniche - Soggiorni di lusso a Virgin Gorda durante gli eventi velistici internazionali che si svolgono sull'isola dei rinomatissimi Baths. Gli indirizzi per vacanze attive nei migliori resort e marine tra isolotti e barriera corallina.

Vergini britanniche isole della vela
©The British Virgin Islands Tourist Board
Isole Vergini Britanniche – Soggiorni di lusso a Virgin Gorda durante gli eventi velistici internazionali che si svolgono sull’isola dei rinomatissimi Baths. Gli indirizzi per vacanze attive nei migliori resort e marine tra isolotti e barriera corallina.

Immaginate un luogo paradisiaco, tra mare, isolotti e barriera corallina, in cui veri e propri campioni della vela gareggiano insieme a neofiti assoluti. Bisogna essere appassionati di sport sull’acqua, oltre che intenditori di mete lungo raggio dall’indiscutibile savoir faire esotico, per sognare le Isole Vergini Britanniche durante il periodo delle famose regate caraibiche. Questo luogo esiste eccome. Virgin Gorda, l’isola dei rinomatissimi Baths, è il paradiso dei velisti da tempi immemori e si spartisce la fama con la “sorella minore” Tortola.

Tra gli eventi più importanti a cui l’isola lega il nome, il BVI Sailing Festival, collegato alla Spring Regatta, e la Pro Am Regatta. La regata, in particolare, è un evento assolutamente unico nel suo genere, organizzato dal Bitter End Yacht Club, che vede la partecipazione di campioni e neofiti. Unici requisiti richiesti, grande passione e spirito agonistico. L’evento sta ai velisti come il Festival del Cinema di Venezia ai cinefili, tanto per intenderci. Un vero e proprio gala per lupi di mare con risvolti mondani e d’élite, come ogni gala che si rispetti. Per l'edizione 2009 (dal 31 ottobre al 7 novembre) ospite d'onore sarà il mitico skipper Paul Cayard.

Pro Am Regatta o no, il Bitter End Yacht Club e' un ottimo indirizzo in cui fare sosta. Lo yacht club dispone di 70 ormeggi e 25 slip con ponte d'approdo, oltre alla possibilità di ormeggio per grandi yacht. Offre, inoltre, una prestigiosa scuola di vela, due ristoranti, un emporio e altri negozi, una spa, una piscina e tre spiagge private. Non c’è limite alla provvidenza in questo emporio per viaggiatori sportivi: chi vuole dormire a terra può affittare uno degli 85 lussuosi bungalow sulla spiaggia.

L’offerte di pernottamento rimane ampia ma vale la pena segnalare un’esclusiva new entry: l'Oil Nut Bay Resort. Un marina con 88 posti barca e un'ampissima gamma di servizi, tra cui un kids club, un centro benessere con SPA, che offre la possibilità di praticare numerosi sport d'acqua, unisce ristoranti informali e ambienti eleganti. Lusso e privacy, insomma, un binomio particolarmente congeniale a Virgin Gorda ma con un plus da non sottovalutare in tempi in cui le tematiche ambientali sono particolarmente urgenti. Le ville, distribuite nel rigoglioso giardino, sono costruite seguendo la tradizione delle Vergini Britanniche, con pietre a secco e tetti in profumato legno di cedro.

Un eccellente ancoraggio in ogni condizione climatica è offerto dal Biras Creek Resort. La struttura sovrasta la baia racchiusa tra le mangrovie e domina dall'alto tutto lo specchio di mare sottostante. Il complesso dirige inoltre una piccola marina provvista di pontili galleggianti e una decina di posti barca. I lussuosi bungalow del resort sono disseminati all'interno di un bel giardino botanico. Dal ristorante, dove la sera è possibile cenare, si gode un magnifico panorama.

Piccole imbarcazioni possono ormeggiare al Little Dix Bay Resort, un luogo che negli anni ha sempre saputo confermare la sua meritata fama. Il resort è formato da piccoli cottage e ville private con tetti a forma piramidale e facilmente riconoscibili arrivando in barca. Dal 1960, anno della sua inaugurazione per volontà di Laurence Rockefeller, conserva il suo stile inconfondibile. Se si escludono i confort del resort ed il suo eccellente buffet, nella baia non ci sono altri punti di ristoro o di attracco.

Un'ottima opzione, specie se si è più attenti alla vita notturna, è senz'altro Gorda Sound, anche detto North Sound, una bellissima baia protetta da numerosi isolotti e dalla barriera corallina che, oltre a numerosi ormeggi, offre locali per la notte molto apprezzabili. Le incantevoli baie di Savannah, Pond e Tetor sono consigliate, invece, solo a marinai più esperti.

Una sistemazione davvero unica ed esclusiva, riservata a un massimo di tredici persone è la Katitche Point Greathouse. Una lussuosa villa in cui nulla è lasciato al caso, in uno dei punti più panoramici dell’arcipelago. Qualche dettaglio per rendere l’idea: tovaglie in lino e servizi da tavola in porcellana, cantina con un'ampia selezione di vini da tutto il mondo e champagne, giardiniere e domestici sempre a disposizione, servizio di baby-sitting e chef privato su richiesta.

A completare l'offerta di Virgin Gorda, il Leverick Bay Resort & Marina: 36 ormeggi e 20 slip, con ponte d'approdo, oltre a fornitura di acqua, energia elettrica, carburante e ghiaccio. Un'ottima scelta per l'ormeggio in rada è al largo dei famosissimi Baths, sul litorale sud occidentale, dove è bene tenersi lontani dalla costa e ancorarsi ai corpi morti presenti nella baia per non rovinare le formazioni coralline del fondale.

Approfondimenti
Isole Vergini Britanniche: arcipelago da scoprire
Isole Vergini a vela
Isole Vergini: appartamenti, cottage e ville
Jost Van Dyke da scoprire

Informazioni utili

www.bvi-turismo.com
Correlati per Continente Isola Virgin Gorda
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100