Cerca nel sito
  / HOME
salone del gusto 2012 eventi: cucine di strada

Luci puntate sulle cucine da strada

SALONE DEL GUSTO 2012 - Manca poco all'apertura del Salone del Gusto di Torino, e questa volta Turismo.it vi porta a conoscere i migliori Street Food

Thailandia cibo da strada
©Shutterstock
Le Cucine di Strada ormai sono considerate una vera e propria esperienza del gusto e della cultura del territorio. Non potevano mancare neanche quest’anno al Salone del Gusto 2012: nel corridoio tra il padiglione 3 e l’Oval, ecco dunque sfilare i migliori Street Food italiani e del mondo, tra la Piazza della Pizza e l’Enoteca.

Espressione della cultura locale e tradizionale, del gusto non omologato, vario, fresco e stagionale, le Cucine di Strada rappresentano uno spuntino semplice e sfizioso che ci si può portare in giro tra le bancarelle del grande Mercato. Le radici dello Street Food affondano nell’Antica Roma e, passando per il Medioevo sono arrivate nell’Età Moderna e contemporanea: le classi popolari delle città, infatti, vivevano gran parte delle proprie giornate in strada, e sempre in strada compravano il cibo per i propri pasti, direttamente nelle botteghe e dai venditori ambulanti. Ecco quindi come il cibo da strada sia in grado di raccontare la cultura di una comunità e riesca a far conoscere la tradizione del territorio.

Nella grande tenda che unisce il Salone a Terra Madre si trova un percorso multiculturale dove è possibile gustare il meglio dello street food nazionale: dalle focacce e piadine al pesce fresco appena fritto preparato secondo la tradizione romagnola, dalle imperdibili specialità del Sud Italia a quelle langarole con gli agnolotti, i tajarin e i ravioli, il tutto accompagnato dai piatti tipici da strada del mondo orientale e mediorientale, africano e latinoamericano. Un ricco viaggio su e giù per l’Italia e per il mondo, dunque, con tantissime possibilità di degustazioni.

L’Antica Focacceria S. Francesco di Palermo, per esempio, propone le originali preparazioni isolane apprezzate e conosciute anche aldilà dello stretto.  L’Associazione Cacciucco di Livorno porta al Salone del Gusto e Terra Madre il piatto livornese per eccellenza. A presentare le specialità liguri ci pensa la focacceria genovese Zena Zuena, mentre in rappresentanza della Puglia fa bella mostra di se la braceria-trattoria Gli Sfizietti di Zia Tonia di Alberobello (Ba), che ci delizia con i primi e i secondi di carne della tradizione “povera” regionale.

Lo spazio delle Cucine di Strada accoglie anche Slow Food Cesena, che porta la classica piadina romagnola, e l’Osteria del Gran Fritto di Cesenatico (Fc), guidata da Stefano e Andrea Bartolini, con le preparazioni di pesce della riviera. E questi sono alcune delle numerose proposte dello Street Food, o ristorazione di strada, o cucina da strada come la si voglia chiamare.

Per molti questo modo di alimentarsi è uno stile di vita di giorno e di notte: basta pensare ai tanti studenti universitari indonesiani, per cui il cibo da strada rappresenta l’80% dell’alimentazione quotidiana, o anche alla Thailandia, dove il 90% della popolazione consuma fuori casa la maggior parte dei pasti e si tratta principalmente di cibi venduti per strada.

Nelle metropoli degli Stati Uniti il cosiddetto take away può essere considerato una forma di street food: paese che vai, usanza che trovi, ma col comune denominatore della preparazione, esposizione, consumo e vendita di prodotti alimentari in strade, mercati e simili, attuata da venditori ambulanti.

Puntate precedenti:
A Torino il gusto è di casa
I cibi che cambiano il mondo li svela Torino
La cucina dei Sami sbarca a Torino
Correlati per regione
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati