Il cielo di giugno ha un protagonista indiscusso: il pianeta Venere. Del suo transito davanti al Sole il 5 giugno se ne sta parlando già da parecchi mesi, scomodando persino i Maya (e chi, sennò?) e la presunta Fine del Mondo. L'estate astronomica, dunque, si inaugura tra qualche giorno, con il passaggio del Pianeta simbolo dell'amore, della bellezza e della femminilità davanti al Dio Sole.

TRANSITO DI VENERE 5-6 GIUGNO 2012: DOVE E COME VEDERLO

Ma un'altra data merita attenzione, quella che segna l'ingresso ufficiale nella stagione estiva, il 21 giugno. Questo giorno si preannuncia ricco di coincidenze, come fa notare l'Ansa. A cominciare, appunto dal solstizio d'estate alle ore 01,09: il giorno più lungo dell'anno durerà 15 ore e 15 minuti e al mezzogiorno dell'ora solare (ovvero alle una dell'ora legale attualmente in vigore) il Sole raggiungerà il punto di massima elevazione sull'orizzonte. In secondo luogo - si legge sempre dall'Ansa - il 21 giugno sarà il giorno di miglior visibilità serale per quest'anno di Mercurio che, a quanto pare, sarà bene visibile sull'orizzonte occidentale per tutto il mese.

IL GHIACCIO DI MERCURIO

Infine, il terzo appuntamento del mese di giugno è la congiunzione tra Mercurio e una sottile falce di Luna, nella costellazione dei Gemelli. Il pianeta si troverà un po' piu' alto in cielo rispetto ad una Luna molto bassa ad ovest, ai limiti dell'osservabilità, essendo passati solo due giorni dalla Luna nuova.

MAYA 2012: LA VERITA’ IL 5 GIUGNO  

IN POLINESIA PER IL TRANSITO DI VENERE

STOCCOLMA: QUI IL TRANSITO DI VENERE SI VEDE MEGLIO