Si svolge fino al 9 settembre la prima tappa di una festa che durerà un anno intero in onore della mitica Harley-Davidson e dei suoi primi 110 anni (www.harleydavidson.com/110). In questi giorni i milioni di appassionati dell'inconfondibile bicilindro sono radunati nella piccola cittadina austriaca di Faak am See che, come da tradizione, ospita l'European Bike Week, uno spaccato di America trapiantato per qualche giorno in Austria. Pezzi forti delle celebrazioni sono i nuovi modelli ad edizione limitata 110th Anniversary, esposti per la prima volta al pubblico all’interno dell’Harley Village e messi a disposizione dei centauri accorsi non solo per osservarli, ma anche per testarli personalmente. Questi modelli speciali (Super Glide Custom, Fat Boy Special, Road King, Electra Glide Ultra Limited, Heritage Softail Classic e 1200 Custom) si contraddistinguono per lo stemma in bronzo forgiato e placcato in nickel nero sottoposto a un trattamento particolare al fine di restituire un aspetto anticato. Da non perdere le altre tappe dei festeggiamenti che durante il 2013 invaderanno alcune città, passando anche per la Capitale (13-16 giugno) prima di approdare nella patria natia di Harley-Davidson, a Milwaukee in Wisconsin ad agosto del 2013. Per l'occasione, Roma (e la Città del Vaticano coinvolta nell'evento) si sta già predisponendo ad un'accoglienza speciale per garantire l'alloggio non solo dei tanti partecipanti motorizzati, ma anche dei moltissimi visitatori che verranno appositamente per questa manifestazione. Le prenotazioni saranno disponibili a partire da maggio su www.110rome.com

Chi sogna di fare un viaggio sulle due ruote cavalcando l’ebbrezza della libertà di cui l’Harley-Davidson è simbolo, può lasciarsi cogliere dall’ispirazione dell’anno del pluricentenario per lanciarsi nell’avventura. Non serve disporre di una (costosa) HD propria, vari operatori specializzati propongono soluzioni di viaggio ad hoc che mettono a disposizione anche diversi modelli di moto. Atacama, ad esempio, punta sull’itinerario dall’Est all’Ovest degli Stati Uniti a bordo della Harley Davidson Fat Boy ma sono pressoché infiniti i tour che si possono organizzare in sella alla mitica moto. Non ci si può sbagliare se ci si affida all’Harley Davidson Authorized Tours, un programma che coinvolge 11 tour operator, multinazionali ed indipendenti, offrendo un catalogo di 157 viaggi proposto in 10 differenti lingue. Dalla Nuova Zelanda alla Florida, passando per la mitica The Blues Highway, ma anche lo scenario della Table Mountain in Sudafrica o il Deserto del Mohave, sono alcuni dei panorami possibili da percorrere in compagnia del rombo dei motori HD. Sono contemplati tutti i continenti ad eccezione dell’Antartide e sono disponibili itinerari anche per principianti, perché l’esperienza dell’Harley-Davidson è un sogno democratico senza confini. Lasciando sempre da parte i pacchetti turistici preconfezionati, si può pensare di noleggiare una Harley-Davidson e poi scegliere da soli il proprio itinerario. In questo caso, non c’è dubbio che la pioniera Eagle Rider è una garanzia.

Tour per motociclisti:
L'America del West, al confine con il Canada, l'America di Buffalo Bill e delle "Colline Nere", luogo sacro ai Sioux e caro ai motociclisti Harley-Davidson. Contina a leggere ALLA CONQUISTA DEL WEST