Cerca nel sito
veneto lessinia artigianato tradizioni itinerari

Veneto, 4 cose da sapere sull'artigianato del legno in Lessinia

Tra le montagne della Lessinia perdura un'attività antica e carica di tradizione

Lavorazione legno
Courtesy of©alessandroguerriero/iStock             
Lavorazione legno
Quella della lavorazione del legno tra le montagne veronesi della Lessinia è un'arte antica che affonda le proprie radici in un'epoca in cui "l'artesan" utilizzava le sue abilità manuali per realizzare utensili che gli permettavano di arrotondare il reddito familiare derivante dall'attività agricola.

LA TRADIZIONE
Un tempo in Lessinia il legno era un materiale di uso comune, anzi quotidiano. Numerosi agricoltori, per arrotondare le proprie entrate, erano soliti abbinare all'attività agricola un'attività manuale para artigianale che, generalmente, consisteva nel fabbricare autonomamente strumenti e utensili, come “sèsti”, “dèrli” e “còrghi”, utili per i lavori nella stalla, in casa o in malga. E' così che in questa zona della provincia di Verona sono nati gli artigiani del legno che oggi, oltre ad attrezzi da lavoro realizzano creazioni deliziose ricavate dai tronchi d'albero da utilizare come graziosi ornamenti in grado di donare un tocco speciale ad ogni arredamento.

LE CARATTERISTICHE
Oltre alle statuine e ai graziosi oggetti ornamentali, oggi è ancora possibile trovare numerosi artigiani che realizzano oggetti utili e pratici, specialmente cesti per la frutta, la raccolta dei funghi ecc., creati avvalendonsi delle tecniche tradizionali che prevedono, essenzialmente, l'utilizzo di giovani polloni di nocciolo selvatico. Una volta incisi alla base e piegati con delicatezza facendo lievemente leva sul ginocchio, formano lunghe strisce di legno di circa uno o due metri della larghezza di un centimetro, chiamate "sine" che vengono spellate ed intrecciate dando vita a numerosi oggetti di uso quotidiano.

IL TERRITORIO
Per chi desidera approfondire la storie e le tecniche dell'artigianato e delle lavorazioni locali non solo del legno ma anche, ad esmepio, del ferro e del latte, vale la pena concedersi una visita all'interessante Museo Etnografico di Giazza che custodisce gli strumenti tradizionali utilizzati dalle antiche popolazioni bavaro-tirolesi che si erano stabilite in questa zona.

GLI INDIRIZZI
Se presso il Museo si scoprono le tecniche e gli oggetti del passato, è presso le sagre locali che si può ammirare l'evoluzione dell'artiginato del legno in Lessinia. Durante queste feste, infatti, le vie dei paesi sono popolate di allegri banchetti dove si possono acquistare animali, portafiori, piccoli fiorellini, tutti realizzati partendo da un semplice tronco di legno, e non è raro imbattersi anche negli artisti all'opera, intenti a realizzare le proprie creazioni.

Leggi anche:
Verona, 21 km in nome dell’Amore
Verona, la “Porta d’Italia” – i monumenti da non perdere
Il mito del vino a Verona

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100