Cerca nel sito
rieti presepe di greccio natale san francesco  

Rieti, 4 cose da sapere sul presepe di Greccio

Nel borgo del reatino venne allestito il primo presepe della storia da S. Francesco

greccio rieti borgo
Gunnar Bach Pedersen Wikipedia Pubblico Dominio
Greccio
Arroccato su suggestivi speroni di roccia che dominano la valle reatina, Greccio è il paese in cui è stato allestito il primo presepe della storia da San Francesco di Assisi e dove, ancora oggi, ogni anno, le suggestioni della rappresentazione della Natività rivivono attraverso la magnifica rievocazione del presepe di Greccio.

LA TRADIZIONE
Non c'è luogo migliore di Greccio, per attendere il Natale rievocando il più profondo spirito della festa. Proprio in questo borgo della provincia di Rieti, infatti, San Francesco, con l'aiuto del signore del paese Giovanni Velita, realizzò, nel 1223, il primo presepe della storia rappresentando la scena della natività con persone ed animali in carne ed ossa. Da allora la tradizione di rievocare la Natività attraverso la realizzazione del presepe è entrata nelle case di tutto il mondo e quella di realizzarlo con persone ed animali veri si è diffusa in tantissime località del pianeta. Quello di Greccio rimane, però, il presepe più speciale perchè ancora oggi, a distanza di secoli, fa rivivere la storia di quello realizzato da San Francesco di Assisi.

LE CARATTERISTICHE
La rievocazione che si tiene annualmente a Greccio è un evento molto differente da quelli che caratterizzano le realizzazioni di presepi viventi del resto d'Italia. Quella allestita nel borgo del reatino è una rappresentazione che fa rivivere la nascita del primo Presepe della storia in sei quadri viventi popolati da personaggi in costume medievale che narrano la storia dell'arrivo del santo in paese e di come realizzò la prima rappresentazione della Natività. L'appuntamento con la rievocazione è presso il Santuario Francescano, dove verranno installate delle tribune in grado di accogliere fino a 2.000 spettatori, il 24, il 26 e il 30 dicembre e l'1, il 5, il 6 e il 7 gennaio.

IL TERRITORIO
La rievocazione del primo presepe del mondo è anche un'ottima occasione per visitare il suggestivo borgo di Greccio abbarbicato sui suoi speroni di roccia sui monti Sabini dai quali domina la pianura reatina. La strada per raggiungerlo è impervia ma gli scorci pittoreschi e i panorami mozzafiato di cui si gode una volta giunti a destinazione ne saranno valsi la pena. Il centro storico è un concentrato di sorprese, con la "Cappellina" di San Francesco, la torre campanaria e la Chiesa Maggiore di San Michele Arcangelo su tutte, mentre nei dintorni, oltre al magnifico santuario francescano si possono ammirare gli splendidi boschi di querce ed elci attraversati da suggestivi sentieri escursionistici e rinfrescarsi con l'acqua benefica della Fonte Lupetta.

GLI INDIRIZZI
Nel periodo delle Feste Greccio si trasforma in un vero e proprio paese del Natale. In attesa della rievocazione, infatti, già a partire dal 2 dicembre il borgo si anima con le graziose casette di legno del mercatino di Natale che punteggiano il centro storico fino al 7 gennaio. Da non perdere una passeggiata lungo il Sentiero degli Artisti che si presenta come una sorta di museo a cielo aperto con i suoi 24 affreschi che fanno bella mostra di sé suo muri esterni delle abitazioni del centro storico. Meritano, infine, una visita il Museo dei Presepi in via S. Francesco, allestito in un edificio del XIII secolo con le rappresentazioni della natività di ogni cultura e provenienza, e i deliziosi stand gastronomici.

Leggi anche:
Gli scorci più romantici di Rieti
Rieti brilla con la Festa del Sole

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100