Cerca nel sito
irpinia campania eventi folklore tradizioni macenata vino

Paternopoli, vino e folklore alla festa della Macenata

Il rituale della pigiatura dell'uva rivive con un evento tra i più suggestivi d'Irpinia

uva tino vendemmia vino
©Photoprofi30/iStock
Un tino di uva
Nel cuore dell'Irpinia, Paternopoli si appresta a celebrare l'antico rituale della pigiatura dell'uva con la grande festa della Macenata. Una manifestazione senza tempo che nei giorni di venerdì 22 e sabato 23 settembre ammanta la città e i dintorni di una suggestiva atmosfera carica di folklore e di tradizioni.

LA TRADIZIONE
Risale alla notte dei tempi la tradizione legata alla festa della Macenata, legata all'antico rituale della pigiatura dell'uva attraverso il quale le uve che riempivano i tini venivano schiacciate con i piedi e ridotte in mosto. Era una grande festa durante la quale i produttori di uva confinanti si raccoglievano attorno a una tinozza e, al suono dell'organetto, cantavano, ballavano e si raccontavano storie per rendere il lavoro più leggero. A Paternopoli questa antica tradizione sopravvive ancora e si trasforma in un evento di grande folklore durante il quale conoscere e scoprire antiche usanze della civiltà contadina e i più inebrianti segreti legati al nettare di Bacco e alla sua produzione. La località si veste a festa in un trionfo di musica, di colori e di profumi e la manifestazione diventa un'interessante opportunità per prendere parte a degustazioni e visite alle cantine oltre che un momento di sana aggregazione che coinvolge proprio tutti, dai bambini agli anziani, dai cittadini ai visitatori.

LE CARATTERISTICHE
Il cuore della Macenata è il suggestivo rito della pigiatura che animerà le serate in due dei principali luoghi nevralgici della città. Ma tutta la giornata è un susseguirsi di iniziative interessanti che spaziano da convegni dedicati al vino, sino a degustazioni dei vini dell'Irpinia, a deliziosi aperitivi a tema e ad incontri dedicati ai nettari locali, protagonisti incontrastati della manifestazione. A coronamento di una giornata tutta dedicata al folklore, alle tradizioni e ai nettari più prelibati, le piazze del paese si animeranno di musica per tutti i gusti.

IL TERRITORIO
Non sono soltanto le vie e le piazze della località a vestirsi a festa in occasione della Macenata. Anche per le cantine è una giornata speciale. E saranno, infatti, proprio le cantine del territorio le protagoniste dell'inebriante Enotour, un itinerario tra i produttori del paese assieme ad una guida esperta, in partenza alle 14.30 di sabato 23 settembre.

GLI INDIRIZZI
Tutta Paternopoli sarà un trionfo di canti, balli e gente in festa. Ma ci sono alcuni appuntamenti ai quali non si dovrebbe mancare se si desidera entrare nello spirito della Macenata e lasciarsi coinvolgere dal suo folklore e dalle sue atmosfere cariche di tradizione. Ad “aprire le danze” è l'aperitivo di venerdì 22 settembre in piazza XXIV Maggio alle 18.00, al quale seguirà un interessante convegno/degustazione presso il ristorante Pater Familias. Il culmine della serata sarà, naturalmente, il rituale della pigiatura che avrà luogo prima alle 21.30 in piazzetta San Vito e poi alle 23.00 in Corso Vittorio Emanuele. Il giorno successivo la giornata prende il via con l'Enotour, in partenza alle 14.30 dal campetto sportivo in via Fiorentino Troisi per poi proseguire di nuovo con l'aperitivo in piazza XXIV Maggio e con il rituale della pigiatura negli stessi luoghi e agli stessi orari della serata precedente. E per concludere la Macenata, musica per tutti in piazzetta San Vito e in Corso Vittorio Emanuele.

Leggi anche:
Pompei, la meraviglia d'Italia più a rischio
Quei pomodorini "rosso Vesuvio"
Oltre Pompei ed Ercolano

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100