Cerca nel sito
oreficeria napoli artigianato prodotti tipici itinerari

Napoli: 4 cose che rendono speciale Borgo Orefici

Alla scoperta della lunga tradizione dell'arte orafa partenopea 

Napoli, Vesuvio, Campania
©iStockphoto
Napoli e il Vesuvio
Il patrimonio artistico ed artigianale della città di Napoli è da secoli impreziosito dalle creazioni degli orafi e dei gioiellieri locali che sin dal Medioevo esercitano la propria attività nel pittoresco quartiere Pendino ed in particolare in quella zona che si estende tra il mare ed il percorso meridionale delle mura greco-romane e che, non a caso, prende il nome di Borgo Orefici.

LA TRADIZIONE
Sono secoli che l'arte orafa napoletana produce manufatti pregiati che donano lustro alla tradizione artigiana cittadina. L'attività di orafi, gioiellieri, incisori, cesellatori ed incastonatori raggiunse, in epoca medievale, un tale livello di importanza che la regina di Napoli Giovanna I d'Angiò conferì il riconoscimento ufficiale alle loro botteghe che si riunirono in una corporazione dando vita al nucleo originario del Borgo Orefici dove erano concentrati la maggior parte dei laboratori. I primi mastri orafi erano di origine francese ma ben presto vennero affiancati dagli artigiani locali che in breve tempo si affermarono dando vita alla scuola napoletana la cui fama oltrepassò i confini italiani e si diffuse in tutta Europa. Nel corso del XVII secolo il vicerè del Regno di Napoli impose che l'attività degli argentieri e degli orafi potesse essere esercitata esclusivamente entro i confini del Borgo che divenne, dunque, l'unico centro di produzione, creazione e formazione della città. La corporazione rafforzò, così, il suo prestigio fino a diventare un vero e proprio Consorzio che oggi riunisce praticamente tutti gli operatori del settore.

LE CARATTERISTICHE
L'arte orafa fa, generalmente, riferimento alla lavorazione dei metalli nobili: l'oro e l'argento. Con essi è possibile realizzare preziosi manufatti che vengono, generalmente, suddivisi in vasi e gioielli che si contraddistinguono per i differenti stili delle epoche in cui venivano realizzati. A Napoli, tra gli artisti di Borgo Orefici tale attività ha raggiunto un elevatissimo livello di pregio, al punto che proprio in queste botteghe vennero fuse, battute e realizzate le celebri statue del Tesoro di San Gennaro e gli arredi di numerose chiese cittadine. La maestria degli artisti locali si esprime tuttora nella creazione di vere e proprie opere d'arte e di gioielli personalizzati e realizzabili su misura.

IL TERRITORIO
Borgo Orefici si sviluppa tra Corso Umberto I e via Marina in un pittoresco intreccio di vicoli e viuzze che si snodano attorno alla Piazza Orefici, cuore pulsante del borgo. Al suo interno operano i più abili e preparati artisti ed artigiani specializzati nel settore, dagli incisori ai cesellatori, sino agli indoratori, agli argentieri ed ai gioiellieri.

GLI INDIRIZZI
E' impossibile non rimanere incantati dinanzi alle creazioni degli artisti orafi che esercitano la propria attività all'interno di questo storico quartiere partenopeo, ma il borgo stesso è un affascinante concentrato di tesori che meritano di essere scoperti. Da non perdere una sosta in Piazza Orefici dinanzi al magnifico Crocifisso, dipinto in modo che si possa ammirare la sacra effigie osservando la croce da entrambi i lati, e una passeggiata in Piazza Carlo Troya adornata dalla bella Fontana del Pesce.

Leggi anche:
A Napoli tutte le ciambelle vengono con il buco
Zeppole: a Napoli si festeggia San Giuseppe
Roccocò, il Natale di Napoli croccante e profumato
CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100