Cerca nel sito
artigianato italiano campania Talarico ombrelli

La Napoli dei Talarico

Di generazione in generazione, la famosa famiglia partenopea produce vere e proprie opere d'arte realizzate con manici preziosi e speciali sete impermeabili.

Ombrelli Talarico
Courtesy of©mariotalarico.it
“Non può piovere per tutta la vita” diceva Gabriel García Márquez. La pioggia per qualcuno è un ostacolo alla quotidianità e un sintomo di malumore mentre, per altri, è una vera e propria forma di arte. Succede a Napoli  là dove, tra presepi artigianali e delizie gastronomiche a spiccare è un’altra eccellenza, quella della lavorazione degli ombrelli.


FOTO: NAPOLI SVELATA IN DIECI TAPPE


LA TRADIZIONE Nonostante la nascita dell’ombrello abbia avuto origine in Cina, intorno al 550 a.C. come strumento usato come parasole da personalità importanti, spostando l’attenzione sul suolo italiano si scorge una realtà che ha fatto di questo semplice ma utile accessorio la sua fortuna. Nella ridente Napoli c’è una famiglia che, dal 1860, accompagna nelle giornate più uggiose cittadini e turisti: i Talarico. Ad iniziare l’attività fu Achille Talarico che, in quel di via Trinità degli Spagnoli, aveva il suo laboratorio dove, con pazienza, creatività e grande passione, realizzava capolavori per un’esigente clientela tra cui i membri della casa Reale, particolarmente attratti da quei modelli realizzati con maioliche e tessuti in seta pura. Un lavoro minuzioso questo che è passato di padre in figlio, da Giovanni Talarico che continua ancora oggi all'età di settant'anni a produrre ombrelli, affiancato in questa sublime arte da Mario, intenti a portare avanti un mestiere divenuto storico.

LE CARATTERISTICHE
Ogni modello è costruito su di un gambo di legno avvalendosi solo dei migliori materiali quali il ciliegio, la ginestra, la canna di malacca; tutti i manici vengono lavorati a mano in legno duro, in bambù o su aste molto pregiate. Per quel che concerne invece la parte in tessuto che serve per rivestire l'ombrello, ci si rifornisce dalle migliori case italiane e le tonalità e le fanstasie variano a seconda dei modelli da produrre, da donna o da uomo o ancora i pieghevoli o quelli a sediolino e, tra le punte di diamante, il modello realizzato per Papa Benedetto XVI, reso prezioso dalla presenza di 48 cristalli Swarovski. Ogni ombrello porta il marchio "Talarico", vera e propria garanzia di qualità mentre, per quel che concerne i prezzi, c’è un’ampia forbice che permette a chiunque di munirsi di questo prezioso accessorio, si va infatti da un minimo di 20 euro fino a raggiungere prezzi più importanti che possono superare i 1.000 euro.

IL TERRITORIO In una città ricca come quella di Napoli, là dove il tempo non è riuscito a spegnere quella passione e quell’amore per gli antichi mestieri, si trova un paradiso per cittadini e turisti, una bottega nel cuore di via Toledo dove la varietà di ombrelli e bastoni è infinita e ruba l’attenzione e il tempo dei clienti intenti a scegliere il modello che più rappresenta la propria personalità.

INDIRIZZI Situata prima in via Trinità degli Spagnoli e poi nel nuovo laboratorio in Vico Due Porte a Toledo, l’arte dell’ombrellaio si rinnova nella prima ditta di ombrelli fatti a mano, quella dei Talarico, uno dei negozi storici della città partenopea là dove, da quattro generazioni, è possibile acquistare ombrelli artigianali. Il laboratorio è un vero e proprio spazio dove abbandonarsi ad un viaggio nel tempo, con quelle cassettiere alle pareti che custodiscono preziosi ricordi di fine e le scritte appese sulle mura come "regalate un ombrello, se non piove pioverà", o "comprate un ombrello che il tempo non é sempre bello".

FOTO: LA NAPOLI SOTTERRANEA VOLUTA DAI BORBONE


Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100