Cerca nel sito
idee weekend lazio eventi tradizioni itinerari

A Sermoneta la rievocazione della Battaglia di Lepanto

La cittadina laziale torna al 1571 tra spettacoli, cortei e pali equestri

borgo Lazio
iStock
Sermoneta
Domenica 14 ottobre Sermoneta torna al 1571 quando il Duca Onorato IV Caetani tornò vittorioso dalla battaglia di Lepanto. La Rievocazione ripercorre le gesta delle forze alleate e ne celebra la vittoria con un grande corteo ed un Palio equestre tra le contrade della cittadina.

LA TRADIZIONE
Era il 7 ottobre 1571 quando, nelle acque di Lepanto, venne combattuta una delle battaglie più famose ed importanti della storia, quella che vide soccombere le flotte dell'Impero Ottomano a quelle cristiane della Lega Santa riunite da papa Pio V . Tra le fila delle forze alleate combatteva combatteva il Duca Onorato IV Caetani, Comandante Generale della Fanteria Pontificia sulla nave Grifone, il quale, nel momento più intenso della battaglia, pensò all'immagine della Madonna custodita all'interno del piccolo tabernacolo posto all'inizio della mulattiera che conduceva a Sermoneta, pronunciando un voto con il quale si impegnava, in caso di vittoria, ad erigere una chiesa. L'esito della battaglia è noto a tutti, ma forse non tutti sanno che il Duca, al suo ritorno, tenne fede alla promessa edificando la chiesa, dove poi fu sepolto, che prese il nome di Madonna della Vittoria. Da allora Sermoneta, ogni anno, la seconda domenica di ottobre, ricorda la Battaglia di Lepanto con una grande rievocazione storica che coinvolge tutti i rioni del paese e i loro abitanti.

LE CARATTERISTICHE
Sebbene la manifestazione raggiunga il proprio culmine domenica 14 ottobre con il suggestivo corteo storico, la ricostruzione del ricongiungimento tra il Duca Onorato IV Caetani e la sua sposa Agnesina Colonna al ritorno dalla battaglia, ed il Palio Equestre tra i rioni, nei rioni del paese la festa inizia almeno una settimana con iniziative ed eventi coinvolgenti. Gli eventi connessi alla Rievocazione vera e propria prendono, invece, il via sabato 13 ottobre quando nella cattedrale della Madonna della Vittoria, dopo la messa, verrà proposta la narrazione storica dell'evento seguita dalla solenne processione per le vie del paese con l'effigie della Madonna della Vittoria. Domenica 14 ottobre, il gran giorno, verranno aperti gli stand che rievocano gli antichi mestieri e, dalle 15.00, un corteo di 170 figuranti in costumi d'epoca, si recherà dapprima al Belvedere per rievocare l'incontro tra il Duca e la sua sposa, e proseguirà, poi, alla volta del campo sportivo per il palio.

IL TERRITORIO
La Rievocazione non coinvolge soltanto i Rioni cittadini che coinvolgono i partecipanti in feste e spettacoli, ma porta in paese le esibizioni anche di altre località che saranno presenti con sbandieratori, archibugieri e fanfare. In particolare, si potrà assistere agli spettacoli offerti dagli Sbandieratori delle contrade di Cori, dagli Archibugieri Trombonieri di Cava de’ Tirreni e dlla Fanfara di Paliano.

GLI INDIRIZZI
Non c'è luogo, nel centro storico, che non si vesta a festa per l'occasione grazie ai cortei e agli spettacoli itineranti. Ma per chi desidera trovarsi nel cuore della manifestazione, l'appuntamento è presso la Cattedrale della Madonna della Vittoria per la messa ed il racconto della Battaglia, Castello Caetani, all'interno delle cui mura saranno proposti spettacoli folkloristici e stand gastronomici, il Belvedere, per l'incontro tra il duca e la sua sposa e il campo giochi dove i rioni si affronteranno nel suggestivo Palio equestre.

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE





Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100