Cerca nel sito
HOME  / sport
outdoor Fat-bike bici neve

La MTB ingrassa: arriva la Fat-bike mania

Una bici per i terreni più difficili, come la sabbia o la neve. A Verona una scuola di Fat-bike

Fat-bike mania
istock
Fat-bike mania
In principio c'erano solamente le mountain bike. Adatte ai terreni più impervi, alla montagna e allo sterrato, in grado di affrontare tracciati non certo ideali per le biciclette da strada. Poi sono arrivate le Fat-Bike. Bici da enduro ancora più estremo, grosse e grasse - fat appunto, ovvero grasso in inglese - come le ruote che montano. Profili ampi, adatti per rendere ancora più agevole la pedalata quando le condizioni del terreno diventano più difficili. Nate ufficialmente nel 2014 - dopo alcuni esperimenti avviati qualche anno prima -  sono ormai il fenomeno del momento. Capita anche di poterle provare in città, dai noleggiatori di biciclette che le propongono in anteprima, ma in realtà nascono per utilizzi molto poco urbani.

Non c'è una grande differenza tecnica tra Mountain e Fat bike. Il telaio resta sostanzialmente lo stesso, ma cambiano le dimensioni delle ruote. Si passa dai 3 pollici - massima dimensione prevista dalla MTB - ai 4,5 della Fat. In questo modo la gomma più ampia offre un maggior attrito con il fondo, soprattutto quello più cedevole come la sabbia o la neve, e rende possibile il transito su tracciati che altrimenti resterebbero pressochè inaccessibili. In realtà è necessaria qualche modifica per poter alloggiare gomme così grandi su un normale telaio MTB. Intanto i cerchi saranno di forma adeguatamente allargata, mentre la forcella risulterà più ampia. Una forcella che di solito sulle Fat Bike non è ammortizzata, come invece avviene nella maggior parte delle mountain bike. La particolare dimensione delle ruote è infatti in grado di assorbire le difficoltà del terreno e anche la regolazione della pressione - maggiore per i terreni più compatti, minore per quelli impervi - aiuterà a gestire l'ammortizzazione e la tenuta.


L'ampio profilo delle ruote grasse può arrivare fino a 4,5 pollici

Per prendere dimestichezza con il mezzo tecnico si può partecipare ad un corso. Come quelli tenuti da Fat Bike Verona. E' possibile conoscere i rudimenti dell'approccio con la Fat Bike, che per certi versi risulta essere molto differente rispetto alla MTB, per capirne il funzionamento nella pratica e la gestione in sicurezza. Un corso base di 3 ore costa 50 € a persona. Se poi intendete acquistare una Fat Bike la forbice di prezzo è molto ampia. Si va dai modelli base per principianti con forcella rigida a partire da 200 € fino ad arrivare alle versioni in fibra di carbonio, con pedalata assistita e forcella ammortizzata che superano abbondantemente i 3000 €.
Saperne di più su SPORT
Correlati per Paese Italia
  • Carnevale altoatesino a suon di frittelle di mele
    ©TeresaKasprzycka/iStock

    Carnevale altoatesino a suon di frittelle di mele

    E' una delle ricette più tipiche della tradizione locale e vanta una storia lunga che comincia sin dal Medioevo, quando il prezioso frutto veniva coltivato nei monasteri
  • Coccole dal sapore esotico: i 5 migliori trattamenti
    Courtesy of©SrdjanPav/iStock

    Coccole dal sapore esotico: i 5 migliori trattamenti

    L’Oriente non è mai stato così vicino. A raccontare la magia di terre lontane sono trattamenti che aiutano a eliminare la fatica regalando un totalizzante senso di benessere 
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100