Cerca nel sito
HOME  / sport
Vacanze Isola elba tour enfola lacona ginevro

Capoliveri e il lato spericolato dell'Elba

Il mare non è che l'inizio. Tre itinerari da non perdere per vivere attivamente l'isola d'Elba: Enfola, Capo Stella e il Monte Calamita.

Isola d'Elba barche sul mare
©Cecilia Martino / NEXTA
Approdare su una delle isole più belle d’Italia non vuol dire dedicarsi solo al mare, al sole nelle spiagge paradisiache, nell’ozio più totale. Se c’è una cosa che proprio non è contemplata durante una vacanza all’Elba è la noia, o il non sapere cosa fare al di là dei bagni seppur magnifici nelle limpide acque del Tirreno. Non stupisce affatto che la promozione del territorio stia puntando sullo slogan “Elba, il mare non è che l’inizio”. La conformazione geografica elbana è tale da ospitare panorami e habitat completamente diversi in pochi chilometri quadrati cosicché si può passare dai litorali sabbiosi ai castagneti con qualche minuto di spostamento in macchina. E anche quando si tratta di mangiare, questa alchimia è evidente nei prodotti tipici che vanno dalle specialità (ovviamente) di mare al miele di castagno (le api compaiono persino nella bandiera elbana voluta da Napoleone Bonaparte), ai formaggi e salumi.

GUARDA LE FOTO DEL VIAGGIO: CARTOLINE DALL'ELBA

 Tra le escursioni da non perdere, c’è quella in kayak che consente di ammirare gli scorci della costa da un punto di vista privilegiato con piacevoli soste per fare il bagno in calette raggiungibili solo via mare come, ad esempio, quelle della penisola dell’Enfola, uno dei promontori più caratteristici di tutta l’Elba per l’alto valore paesaggistico. Siamo nel luogo dove è maggiormente viva la testimonianza dell’antica tradizione della pesca al tonno, iniziata all’epoca del granduca Ferdinando I e successivamente interrotta nel 1958. Le piccole cale a ghiaia sono incastonate nella scogliera bianca dell’Enfola talmente bella che i navigatori greci la chiamarono Porto Argo. Da qui, anche la leggenda e il fascino mitologico degli Argonauti che sarebbero rimasti incantati da questi luoghi e, al momento di andarsene, sparsero le loro lacrime sull’isola restituendo ad alcuni tratti costieri una conformazione del tutto peculiare.

Con i piedi sulla terraferma, invece, un bell’itinerario di trekking soft adatto ai principianti  si può percorre a Capo di Stella in località Lacona nel comune di Capoliveri. Con una macchia mediterranea che si estende a macchia d’olio, a ridosso delle spiagge, ci incamminiamo tra vaste estensioni di rovete di cisti rosmarini, ginestre, mirti, lavandule ed elicrisi, calpestando manti di olivina, il minerale che tinge di verde il nostro passaggio. Se ne possono raccogliere pezzi grezzi di grande bellezza. Il mare è sempre lì, a portata di sguardo, a volte scompare ma è pronto a fare nuovamente capolino dopo una curva nei sentieri più assolati. Le scogliere a strapiombo sul mare intarsiate di piccole insenature dove si preserva un’acqua cristallina sono il tratto distintivo del litorale di Capoliveri, città di origine etrusco-romana che sorge su un poggio nel cuore della zona mineraria dell’isola, tra le miniere di ferro del Monte Calamita e quelle del Ginevro.

E qui si apre ancora una volta un panorama diverso, addirittura un’epoca geologica diversa: siamo sulla montagna più ricca di magnetite al mondo, circondati da rocce che sono tra le più antiche della terra e da cimeli di archeologia industriale rappresentati da ciò che resta delle antiche miniere. La visita guidata nell’unica galleria sotterranea dell’Elba ci catapulta in un altro mondo, dove buio, silenzio, odore acre di ferro e terra bagnata tracciano solchi sulle crude storie dei minatori che quasi si sentono riecheggiare davanti ai “buchi neri” che divorano la nostra attenzione durante il percorso. Un pezzo di vita elbana che non c’è più, e che vale la pena conoscere. Perché, appunto, il mare è solo l’inizio… 

GUARDA LE FOTO DEL VIAGGIO: CARTOLINE DALL'ELBA


Informazioni utili:
Come arrivare: migliori tariffe da confrontare di oltre 35 compagnie che operano nel Mediterraneo su www.traghettilines.it - Emporio-vacanze.it propone pacchetti vacanza per Toscana, Sardegna ed Isola d’Elba (traghetti+ hotel, appartamenti, B&B, residence, camping e villaggi). Per prenotazioni: tel. 0565 / 915899
Dove dormire: Hotel Viticcio: posizione panoramica dove assistere ai più bei tramonti dell’Elba.
Dove mangiare: La Taverna dei Poeti - dal 1909 è il ristorante storico di Capoliveri che propone una cucina prevalentemente di mare (il pesce arriva direttamente dalla barca di famiglia) rivisitata dallo chef Massimo Poli. Pasta, pane e dolci fatti in casa.
Escursioni trekking e kayak: tra gli operatori specializzati sull’isola, Il Viottolo: tel. 0565/978005
Visita alle Miniere di Capoliveri: tel.0565 / 935492 – 393 9059583, www.minieredicalamita.it
Saperne di più su SPORT
Correlati per distretto Isola d'Elba
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100