Cerca nel sito
Monumenti Italia Castello di Graines Val d'Aosta

Valle d'Aosta, c'è un tesoro sotto il Castello di Graines?

Secondo la leggenda ci sarebbe un maniero che nasconde qualcosa

Castello
Di Giuseppe Bozzola - http://www.ayastrekking.it/, Attribution, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=6024419
Il Castello di Graines
Dalla sua posizione domina la Val d’Ayas e l’abitato sottostante, Brusson, e non a caso è sempre stato considerato di grande importanza strategica. Parliamo del Castello di Graines, un maniero oggi in rovina ma particolarmente pittoresco mentre troneggia sul suo promontorio roccioso. Un’immagine che, se non fosse con certezza la Val d’Aosta, potrebbe tranquillamente trovarsi in Game of Thrones
 
Il Castello di Graines ha una storia molto antica, che risalirebbe al 515. Nei secoli è stato roccaforte di numerose casate nobiliari, fino a cadere in disuso nel 1800. In stato di rudere, quello che è arrivato sino ai giorni nostri è principalmente il muro di cinta, la massiccia torre quadrata che spicca in lontananza, e parzialmente una cappella romanica. Pur nel suo stato di rudere il Castello di Graines è estremamente pittoresco, anche grazie alla posizione di cui gode. Ma non è solo per la sua bellezza che questo maniero è famoso. Una leggenda lo permea e lo avvolge con quel pizzico di mistero che permea le fortificazioni teatro di tanti avvenimenti storici.
 
Si narra infatti che il Castello di Graines custodisca un tesoro. Un tesoro maledetto, considerata la fine che avrebbe fatto l’unico uomo che lo ha visto. Leggenda racconta che un pastore locale udì nel cuore della notte una voce, che lo svegliò dal suo sonno. Questa voce gli svelava la presenza di un tesoro sepolto nel Castello di Graines, nel punto in cui le mura incontrano la torre. Ma lo avvertiva anche: prima del terzo canto del gallo all’alba, avrebbe dovuto andarsene di lì. Armatosi di vanga e badile, il pastore andò a scavare nel punto indicatogli. E difatti, trovò una botola, che aprì. Scese per una scala, e trovò in effetti un ricco tesoro. Ma intrattenutosi troppo per la meraviglia, avendo perso la cognizione del tempo, non si rese conto che il gallo aveva cantato tre volte. Rimase quindi intrappolato assieme al tesoro, e nessuno lo ritrovò mai più. 
Saperne di più su Segreti d'Italia
Correlati per regione Valle d'Aosta
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100