Cerca nel sito
Grotte alchemiche monumenti Torino magia

Torino sotterranea cela passaggi interdimensionali?

Le grotte alchemiche sarebbero dei cunicoli per accedere a dimensioni parallele

Torino
Istockphotos
Palazzo Reale - Torino
Torino è la città esoterica per eccellenza, dove magia bianca e potere oscuro convivono. Assieme a Lione e Praga, crea il cosiddetto ‘triangolo bianco’, mentre con Londra e San Francisco formerebbe quello della magia nera. Un’aura di mistero avvolge il capoluogo piemontese che, non a caso, è disseminato di simboli esoterici. Ma ce ne sarebbero anche di invisibili, o perlomeno non facilmente individuabili se non avventurandosi nelle viscere della città. Il condizionale è d’obbligo, visto che si tratta di luoghi presunti, eppure sono decenni, se non secoli, che si parla di loro tra leggende e narrazioni popolari, ma anche biografie e racconti storici. 

LEGGI ANCHE: ROMA, LA LEGGENDARIA PORTA ALCHEMICA DI PIAZZA VITTORIO
 
Nel sottosuolo torinese si diramerebbero infatti le grotte alchemiche, passaggi nel sottosuolo che i seguaci dell’occulto identificano con percorsi verso altre dimensioni. Esoterici, alchimisti, parapsicologi, occultisti si sarebbero dati appuntamento in questi cunicoli per secoli, e, chissà, forse lo fanno ancora oggi. Non c’è una corrispondenza ufficiale rispetto alle grotte alchemiche - che sarebbero tre - e i passaggi sotterranei effettivamente esistenti a Torino (costruiti principalmente dalle ricche casate per muoversi attraversando la città evitando la superficie). Ma in effetti alcuni di questi passaggi coincidono con la leggenda, mentre altri non sono mai stati ufficialmente identificati. Addirittura, nel sottosuolo di Palazzo Reale è stato rinvenuto un antico laboratorio alchemico.

LEGGI ANCHE: PRAGA ESOTERICA, LA CULLA DEGLI ALCHIMISTI
 
Si ipotizza tuttavia che i tunnel magici, grazie ai quali è possibile viaggiare tra dimensioni parallele, si trovino in alcuni siti ben precisi. Come nei sotterranei di Piazza Statuto, già luogo simbolo della Torino della magia nera, in corrispondenza del Monumento ai caduti del Frejus. Cunicolo che sarebbe collegato con la grotta sotto Palazzo Reale, cuore della magia bianca. Un altro tunnel collegherebbe Piazza Castello (per la precisione, Porta Fibellona) con la Chiesa della SS Annunziata, passando per Via Po. Si dice anche che questa grotta continui in realtà sotto il fiume, giungendo alla Chiesa della Gran Madre, dove un tempo si presume venisse celebrato il culto egizio di Iside. La terza grotta è un mistero nel mistero: inespugnabile, pochissimi eletti al mondo sanno dove si trova e come accedervi. Potrebbe essere infatti il luogo che custodirebbe la pietra filosofale.
Saperne di più su Segreti d'Italia
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100