Cerca nel sito
Castello di Gropparello monumenti Piacenza

Castello di Gropparello tra fiabe, miti nordici e strane presenze

Mirabile esempio di arte difensiva, il Castello vicino a Piacenza custodisce un magico Parco delle Fiabe ma non solo ... 

gropparello castello piacenza parco fiabe<br>
©Massimo Telò/Wikimedia Commons
Il Castello di Gropparello
Nel comune di Gropparello, in provincia di Piacenza, l’omonimo Castello appare come una rocca fortificata che si erge su un picco di rocce sovrastanti un torrente. Edificato sulla sede di un castrum romano, ha origine nell’VIII secolo e, nel corso del tempo, fu possesso dei Fulgosi, dei Pallavicino, degli Sforza, dei Campofregoso, degli Attendolo, dei Gibelli. Nonostante sia composto da diverse parti risalenti ad epoche diverse si presenta con un aspetto compatto: la roccaforte a doppia cinta muraria merlata, il cortile, le torri, il torrione d’ingresso con doppio ponte levatoio, il mastio, i camminamenti di ronda scavati nella roccia. Oltre alla parte esterna si possono visitare le sale nobili con mobili dell’epoca e strumenti musicali.

Leggi anche: GROPPARELLO: IN EMILIA ROMAGNA IL CASTELLO DELLE FAVOLE

Tra gli ambienti più interessanti la sala da pranzo di fine Cinquecento che conserva elementi architettonico decorativi molto significativi, tra cui il monumentale camino; la camera dell’alcova e la galleria con soffitto a volta con decorazioni risalenti alla metà del Settecento in stile rococò. La pianta è irregolare poiché le mura seguono il profilo scosceso dello sperone roccioso ma è una grande testimonianza dell’arte della fortificazione. La sua posizione permetteva infatti una visuale su tutta la valle fino a Piacenza ed era quindi il luogo perfetto per sorvegliare i possibili arrivi dei nemici. Agli interventi neogotici si deve l’assetto più scenografico della facciata, con l’intonaco a strisce e il balconcino che richiama a quello di Giulietta di Verona. 

Leggi anche: EMILIA ROMAGNA OUTDOOR: 5 LUOGHI DAGLI SCENARI UNICI 

Nel bosco che circonda il castello è stato aperto il primo parco emotivo italiano, dove, accompagnati da animatori, i bambini possono andare alla scoperta delle fiabe e dei miti nordici: si tratta del Parco delle Fiabe. Immersi in una magica atmosfera che riporta indietro nel tempo, si incontrano fate, folletti, elfi, druidi. Al di là del fascino del luogo che, dopo tanti secoli, incanta ancora grandi e piccoli, ad aumentarne le suggestioni c’è anche la leggenda che vuole il Castello di Gropparello sede di un evento tragico. Si racconta che Pietrone da Cagnano fece murare viva in una cella sotterranea la moglie Rossania Fulgosio, perché riteneva fosse l'amante di Lancillotto Anguissola. Alcuni affermano che, nelle notti ventose, si odono delle strazianti urla femminili provenire dalla torre del castello; altri sostengono di aver visto una figura femminile che si aggira sconsolata per il castello, soffermandosi soprattutto nella Sala d’Armi.

Scopri tutti i MONUMENTI D’ITALIA
Saperne di più su Segreti d'Italia
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100