Cerca nel sito
Scheda Sudan
Courtesy of © Whc.unesco.org
Sudan
Ambasciata Italiana:
L'Ambasciata italiana è presente a Khartoum Street 39 - Block 61 - Khartoum 2 P.O.Box 793 Khartoum Sudan Tel. +249 1 83471615
Ambasciata in Italia:
Via Prati della Farnesina 75 - 00194 Roma Tel. 06 33222138
Consolato Italiano:
Via Goldoni 1, Milano Tel. 02/76014484
Costo vita:
Indebolito da lunghi anni di invasioni, colonnizzazioni e guerre, il Sudan è ancora molto povero, nonostante il turismo (specie sulla costa del Mar Rosso) rappresenti una delle principali risorse economiche del Paese, insieme all'industria, la cui crescita è legata alla raffinazione del petrolio.
Documenti:
Passaporto valido e visto consolare. Per spostamenti al di fuori della capitale (Karthoum) è necessario un permesso particolare, da richiedersi presso gli organismi competenti o presso l'Ambasciata italiana del Sudan.
Sanità:
Le vaccinazioni non sono obbligatorie ma è consigliabile la profilassi antimalarica. Si consiglia inoltre di informarsi presso un medico esperto in malattie tropicali. Durante i mesi invernali (da Ottobre ad Aprile) la presenza di zanzare è limitata e il rischio più basso. Se si effettuano spedizioni nel deserto può essere consigliabile effettuare una preventiva cura antitifica. E' preferibile evitare di mangiare cibi di strada e frutta e verdura senza che sia ben lavata o sbucciata. E' bene non bere l'acqua del rubinetto ed utilizzare solo acqua minerale. Le strutture sanitarie sono alquanto carenti. È dunque preferibile stipulare un'assicurazione sanitaria che preveda anche l'eventuale rimpatrio d'urgenza.
Sicurezza:
Nonostante gli interventi a livello internazionale, tesi a ristabilire la pace nel Paese (dopo la guerra civile), in Sudan permane una situazione di forte tensione e di grande precarietà. Le località a più alto rischio sono quelle di frontiera con il Ciad e l'area del Darfour, nell'ovest del paese. Nelle altre zone, la situazione risulta meno pericolosa, anche se si riscontra un aumento progressivo della microcriminalità (specie nei quartieri periferici). Tuttavia, nell'area più interessante dal punto di vista turistico (la valle del Nilo), si può viaggiare in modo tranquillo e sicuro. La popolazione locale, in particolare i nubiani, sono molto cordiali ed ospitali con gli stranieri: l'ospite è ritenuto sacro e come tale deve essere rispettato.
Articoli correlati:


Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100