Cerca nel sito
  • Salisburgo
    © Mozart 2006
Salisburgo
Al numero 9 della Getreidegasse, nella Hagenauer Haus, nasceva il 27 gennaio 1756 Wolfgang Amadeus Mozart. Siamo a Salisburgo, capitale dell'omonima regione austriaca che tanta ispirazione dovette dare alla musica del Maestro e alla sua inconfondibile "aria salisburghese". Adibita a museo già dal 1880 la casa natale di Mozart è uno degli indirizzi fondamentali dove si susseguiranno per tutto l'anno mostre, spettacoli ed esposizioni, insieme a un altro indirizzo: Makartplatz 8. Qui si trova la casa d'abitazione della famiglia Mozart dove speciali esposizioni ripercorreranno in dettaglio la vita e i viaggi del compositore. Sulla stessa piazza si trova oggi il monumento a Mozart, opera dello scultore bavarese Ludwing von Schwanthaler e del fonditore reale Johann Stiglmaier. Lo splendido Duomo della città è un altro simbolo mozartiano in quanto proprio qui un ancora giovane ma già prodigioso musicista suonava come organista. Gran parte della musica sacra fu composta da Mozart per il Duomo di Salisburgo e proprio qui, tra l'altro, egli venne battezzato e i suoi genitori celebrarono le nozze. A Salisburgo Mozart lavorava al servizio del principe vescovo per il quale nacquero e vennero eseguite per la prima volta numerose delle sue composizioni di musica sacra. Durante l'anno mozartiano, quando verranno eseguite le messe di Mozart nelle chiese dove furono eseguite per la prima volta, i visitatori potranno riscoprire queste radici. Le messe di Mozart verranno eseguite la domenica e nei giorni festivi, alle ore 10, nel Duomo, nella chiesa collegata di San Pietro (Stiftskirche St. Peter), nella chiesa di San Francesco (Franziskanerkirche) e nella chiesa di Maria Plain. La famiglia del musicista non ebbe stretti legami solo con Salisburgo, ma anche, ad esempio, con St. Gilen, idillico paese sul lago Wolfgangsee dove tuttavia Mozart non mise mai piede. Anche a St Gilen si svolgeranno durante l'anno molte manifestazioni ed eventi in musica. Tornando a Salisburgo, un altro modo per mettersi sulle tracce di Mozart è in bicicletta. La città natale del Maestro ha infatti la fama di essere la segreta capitale ciclistica d'Austria ed è il punto di partenza della nuova pista ciclabile di Mozart (Mozartradweg) lunga 450 chilometri, che collega località significative nella vita del compositore attraverso il Salisburghese, la Baviera e il Tirolo. Si tratta di un itinerario in gran parte pianeggiante, percorribile a seconda dell'allenamento in 10/14 giorni, lungo la zona dei laghi salisburghesi, le città bavaresi sul fiume Salzach, il lago Chiemsee, Rosenheim, il "Kaiserwinkel" tirolese, Lofer (dove Mozart soggiornò al "Gasthof zur Post" durante i suoi viaggi). Per questo tipo di viaggio sono previste offerte speciali che prevedono diversi forfait con servizio di trasporto bagagli di tappa in tappa.
Seguici su:
Social
Navigazione | Company | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2014. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100