Cerca nel sito
Tenerife mare viaggi primavera 2016 canarie clima 

Primavera alle Canarie: 5 cose da sapere su Tenerife

Consigli utili per un break sull'isola spagnola dove accanto alle belle spiagge ci sono numerose attrazioni da scoprire

Tramonto sulla spiaggia della Teresita
©iStockphoto
Tenerife: tramonto sulla Playa de la Teresita
COME ARRIVARE Tnerife dispone di due aeroporti: il primo è l'aeroporto di Tenerife Norte che si trova a 11 chilometri da Santa Cruz de Tenerife, nella zona di Llano de San Làzaro. Il secondo, nato per accrescere il numero crescente di turisti, si trova nella parte sud dell'isola a circa 60 chilometri da Santa Cruz. Le grandi compagnie di linea e quelle low cost collegano quotidianamente, soprattutto in alta stagione, le maggiori città italiane con voli regolari per Tenerife e le altre isole delle Canarie.
 
DA VEDERE Dai monumenti alle bellezze naturalistiche, dai siti storici alle spiagge Tenerife ha molto da offrire. Santa Cruz è la città più importante delle Canarie, formata da ampi viali, aree esotiche, grandi piazze e magnifici palazzi d’impronta modernista. La sua posizione privilegiata consente di godere delle belle spiagge oltre che conoscere la città vicino alla zona di San Cristobal de La Laguna, Patrimonio dell’Umanità, o di visitare il Parco Nazionale del Teide, simbolo dell’isola. Palacio de Carta, in Plaza de La Candelaria, è un edificio settecentesco in cui si fondono barocco e neoclassico ed esprime un mix di culture con l’architettura coloniale, i balconi e i cortili tipici delle Canarie. L’Iglesia de Nuestra Senora de la Concepcion de La Orotava risale al 1516 e nel corso della sua storia è stata più volte danneggiata e restaurata: si presenta con  l’esterno dominato dai due campanili di 24 metri e l’interno con tre navate di grandi dimensioni sorrette da enormi colonne. Tra le spiagge più note figurano Playa Le Teresitas dalla sabbia fine e dorata; Playa Las Gaviotas, Playa Los Llanos e Playas de Tabaiba con sabbia vulcanica. San Cristobal de La Laguna era l’antica capitale dell’isola, oggi città storica delle Canarie con una lunga tradizione universitaria: la sua architettura coloniale vanta alcuni importanti monumenti come la Cattedrale e diverse case signorili.

Leggi anche: CANARIE: A TENERIFE L'INVERNO SI FA MUSICA
 
DA SAPERE A nord di Tenerife si trova Puerto de la Cruz, uno dei centri più importanti di tutta l’isola. E’ famoso per il Giardino Botanico voluto da Carlo III che ne commissionò la creazione nel 1788 portando varietà di piante da luoghi remoti e per il Lago Martianez, un complesso di piscine di acqua di mare filtrata che possiede anche un lago esotico con fonti e piccole isole ornate di palme. 
 
COSA COMPRARE Per tornare a casa con qualcosa di speciale e tipico conviene andare nei mercati di generi alimentari o nei negozi di alcolici: i vini delle Canarie sono ottimi, cosi come il liquore di banane e la salsa di mojo verde e rossa, le mandorle ricoperte al cioccolato, il rum tipico, le banane e le marmellate a base di banana. In pochi sanno che alle Canarie si producono anche sigari arrotolati a mano, alternativa a quelli cubani. Tra i prodotti di artigianato artistico spiccano tessuti e coperte riccamente decorati. 
 
DA EVITARE Chi prevede di visitare l’isola in lungo e in largo farebbe bene a non dimenticarsi una felpa o una giacca leggera. Famosa a Tenerife è l’escursione termica: se di giorno si gira con costume, telo da mare, crema protettiva e ciabatte appena cala il sole si sta bene con un giacchino e scarpe chiuse. 
 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Spagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100