Cerca nel sito
Piatti tipici Sudan ricetta tamayya

Tamayya, anche in Sudan è tempo di fave

Street food di origine mediorientale. La ricetta delle polpette vegetariane

polpette vegetali
iStock
Polpette vegetali
Il Sudan è popolato da oltre 600 tribù con tradizioni e culture diverse tra loro. Musulmani e cristiani convivono in un vasto territorio tra distese desertiche e foreste tropicali. Un Paese in cui il colonialismo francese, inglese e italiano ha influenzato usi e costumi. La cucina è dunque un contenitore di diverse culture. 
 
SUDAN: INFLUENZE MEDIORENTALI ED EUROPEE IN CUCINA
 
Come in tutta l’Africa, il rituale dell’ospitalità è sacro, a partire dalla preparazione del caffè con la Jebena. I grani vengono tostati su carbone e successivamente mescolati con spezie. Il caffè viene poi filtrato con acqua calda attraverso foglie fresche e servito in tazzina anche dopo cena. In particolare, la cucina del Sud è fortemente influenzata dalla cucina orientale e araba. In linea generale i pasti sono stufati di carne o pesce con contorno vegetariano accompagnato dall’Asida, una densa farinata a base di sorgo o miglio. 
 
 
Le donne trascorrono la maggior parte della giornata a cucinare e fra una tazza di tè e l’altra, non manca la preparazione di gustosi secondi piatti o spuntini. Simili ai falafel, i tamayya sono una sorta di street food vegetariano. Spesso serviti da soli con salsa e pane, sono polpettine che possono anche essere consumate all’interno di un panino farcito con insalata e pomodori.
 
Non di rado i tamayya vengono consumati anche a colazione. L’ingrediente base è rappresentato dalle fave macinate, a volte sostituite da lenticchie rosse o piselli dagli occhi neri. Ecco come prepararle in casa.
 
Ingredienti per 4 persone
 
300 gr di fave fresche o secche
1 cipolla bianca
1 spicchio d’aglio
1 mazzetto di aneto fresco
1 cucchiaino di lievito
olio evo
pepe nero
peperoncino rosso in polvere
½ cucchiaio di farina
2 pomodori grandi da insalata non maturi
qualche foglia di lattuga
 
Leggi anche: FALAFEL, LO SPUNTINO MEDIORENTALE (Stile.it)
 
Tritare aglio e cipolla. Con l’aiuto di un frullatore tritare anche le fave (se sono secche, metterle a bagno la sera precedente alla preparazione). In una ciotola capiente mescolare le fave con il trito di aglio e cipolla, aggiungere la farina, il lievito, ½ tazza di acqua, 1 cucchiaino di pepe nero, la punta di un cucchiaino di peperoncino rosso.
 
TAMAYYA: STREET FOOD SUDANESE
 
Amalgamare bene gli ingredienti fino a raggiungere un impasto omogeneo. Se necessario aggiungere una piccola quantità di acqua.  Realizzare con l’impasto delle polpettine di circa 3 cm di diametro.   In una padella capiente e dai bordi alti, aggiungere due dita di olio. Quando l’olio avrà raggiunto la giusta temperatura, iniziare a friggere i tamayya rigirando su entrambi i lati. Saranno pronti appena raggiunta la doratura. Aggiungere sale a piacimento: il pepe e il peperoncino donano già sapidità alla preparazione.
 
Servire le polpettine vegetali calde accompagnate da foglie di lattuga lavate e asciugate, fette di pomodoro fresco e una salsa a base di formaggio (tipo feta).
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Sudan
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100