Cerca nel sito
Scones Piatti tipici Scozia

Scones, il buongiorno scozzese

Piccoli (e antichi) panini serviti per colazione, vengono spesso consumati con burro e confettura. In Inghilterra accompagnano il tè pomeridiano

panini scozzesi
iStock
Scones con uvetta
Particolari panini dolci o salati, gli scones sono per tradizione legati a Scozia, Irlanda e Inghilterra, anche se non si conosce con precisione l'invenzione di queste "focaccette". Una delle possibilità è quella suggerita dal dizionario Webster, che fa risalire la loro  origine in Scozia agli inizi del 1500. Anche l'Oxford Dictionary inglese fornisce un’indicazione: riporta infatti che la prima menzione della parola scone stampata è stata nel 1513, ed è contenuta in una poesia di un autore scozzese; da qui l’origine Scottish sembra avere un peso maggiore delle altre ipotesi.
 
Il nome di questi piccoli pani, cotti originariamente su pietra, ha diverse possibili origini. Sarebbero così chiamati per la pietra del destino Stone of Scone o Stone of Destiny o Coronation Stone. Tra gli altri contendenti il gaelico "sgonn", una massa informe o boccone grande. O forse il nome viene direttamente e più semplicemente dalla cittadina di Scone, in Scozia. 
 
 
In origine, queste focaccine erano preparate con avena, modellate in un’unica grande forma rotonda, poi divisa in 6-8 triangoli e cotta su una pietra messa sul fuoco. Successivamente gli scones divennero pani lievitati, cotti in forno in piccole pezzature. Gli scones sono diventati popolari e parte essenziale del rituale tè pomeridiano in Inghilterra, da quando Anna, Duchessa di Bedford (1788 - 1861), un tardo pomeriggio, ordinò alla servitù di portarle del tè e alcuni pani dolci, tra cui gli scones, per interrompere la lunga pausa che passava tra il pranzo molto leggero e la cena.
 
Le piacque così tanto da ordinare di portarle tutto ogni pomeriggio, invitando spesso i suoi amici ad unirsi a lei per questo semplice rito. Nacque così il "Tea Time" pomeridiano (precisamente alle 4:00 p.m.). Gli scones, presenti tra i rinfreschi di questi primi tè così chic, sono ancora serviti in Inghilterra ogni giorno con la tradizionale clotted cream. 
 
 
Gli scones sono spesso leggermente zuccherati, ma possono anche essere salati. Spesso includono uva passa, uva sultanina o formaggio. In Scozia e Ulster, varietà salate di scone sono quelli detti farls soda o i tattie scones, che assomigliano a piccole sottili gustose frittelle a base di farina di patate. Gli scones di patate sono più comunemente serviti fritti in una ricca colazione scozzese o in una ancor più ricca Ulster fry.

In Scozia vengono serviti interi da tagliare a metà e riempire con burro e marmellata. Possono anche essere glassati con lo zucchero in superficie, ma, al di là delle tante varianti, gli ingredienti di base di tutti gli scones sono: farina (di grano, di orzo o di avena), lievito, burro, latte e zucchero, talvolta spennellati con uova in superficie prima della cottura per dare loro un effetto dorato.
 
I primi scones avevano un aspetto totalmente diverso, nacquero come piatto povero. Ancora oggi, in Scozia vengono preparati di varie forme - tra cui la triangolare - e ce ne sono alcuni anche esagonali. Gli scones non mancano mai in una colazione scozzese che si rispetti.
 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Continente Scozia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100