Cerca nel sito
praga città esoteriche magia alchimisti

Praga esoterica: la culla degli alchimisti

Tour nella fitta rete di misteri che si dipana attorno al centro storico della città che per secoli è stato popolato da alchimisti, maghi, astronomi ed astrologi

ponte carlo praga repubblica ceca <br>
©Thinkstock
Il Ponte Carlo
Se in molti la considerano “capitale della magia” non c'è da meravigliarsene. A Praga il mistero è dietro ogni angolo e non soltanto la notte di Halloween, ma durante tutto l'anno. Perchè la magia è parte della storia della capitale ceca al pari dei suoi monumenti più celebri le cui origini, peraltro, spesso si collocano a cavallo tra storia e leggenda, tra reale e soprannaturale. Non a caso la città rappresenta uno dei vertici del Triangolo di Magia Bianca assieme a Lione e Torino, quest'ultima coinvolta anche nel contrapposto Triangolo di Magia Nera assieme a Londra e San Francisco.

Leggi anche: IL CINEMA NOIR INVESTE SU PRAGA: LUOGHI DA BRIVIDO

Che si scelga di visitarla seguendo i canonici percorsi turistici, o che si preferisca dedicarsi ad inquietanti itinerari a tema, è impossibile non rimanere “intrappolati” nella fitta rete di misteri che avviluppa il centro storico della città che per secoli è stato popolato da alchimisti, maghi, astronomi ed astrologi, in particolare durante l'impero di Rodolfo II, a cavallo tra il XVI e il XVII secolo, che ne radunò attorno a sé un grande numero al fine di svelare i misteri più occulti, perseguire la conoscenza universale e metterla a servizio dell'esistenza terrena. Per lui lavorarono personalità del calibro di Tycho Brahe e Johannes Keplero. Si dice che gli alchimisti alla corte di re Rodolfo II lavorassero presso il Vicolo dell'Oro, oggi rinomata attrazione turistica della città, e che fossero trattati al pari di schiavi, costretti a dedicare tutta la loro giornata agli studi, concentrandosi in particolare sulla trasmutazione dei metalli in oro.

FOTO: I MUSEI PIU' INSOLITI A PRAGA E DINTORNI

Ma non fu soltanto Rodolfo II a circondare Praga di un'aura di magia. Già prima di lui altri sovrani mostrarono un notevole interesse per l'occulto, la cabala e le influenze degli astri sulla vita dell'uomo. Lo storico re Carlo IV, due secoli prima dell'imperatore “alchimista”, aveva già mostrato di non essere indifferente agli insegnamenti delle dottrine esoteriche. Costruì la Città Nuova, Nove Mesto, pensando ad una sorta di Gerusalemme Celeste, caratterizzata da una pianta che rivelasse ovunque delle corrispondenze tra terreno e divino. La sua più grande opera, il Ponte Carlo, oggi vero e proprio emblema della città boema, è un autentico ricettacolo di significati e di simboli mistici. Nulla nella sua costruzione è stato lasciato al caso, a cominciare dalla data e dall'ora della posa della prima pietra che, lette di seguito, formano una sequenza di numeri a schema piramidale considerato di buon auspicio: l'anno 1357, il giorno 9 del 7° mese dell'anno alle ore 5 e 31 minuti. La cifra che se ne ottiene 135797531 è, oltretutto, palindroma, identica letta sia da destra che da sinistra. Le statue, inoltre, sono state poste sul ponte come a formare un ideale percorso di illuminazione che conduce al Crocifisso, simbolo di convergenza delle energie dell'universo.

PRAGA, ALCHIMIE GOTICHE IN 5 IMPERDIBILI TAPPE

Ma se il Ponte Carlo sembra un inno all'esoterismo, l'altro simbolo di Praga, l'Orologio Astronomico della piazza di Stare Mesto, non è meno intriso di significati occulti. La superba opera realizzata nel 1410 durante il regno di Venceslao IV, figlio di Carlo IV, è una rappresentazione allegorica del passaggio del tempo. Filo conduttore della sua struttura è il numero 4 che simboleggia i punti cardinali, ma anche gli elementi esoterici della vita: l'Aria, l'Acqua, la Terra ed il Fuoco.

FOTO: LA MAGIA DEL GOTICO A PRAGA

Oltre ai segni zodicali, alla rappresentazione dell'universo secondo le teorie quattrocentesche, e naturalmente alle ore, sull'orologio trovano spazio anche quattro figure che rappresentano la Morte, l'Avarazia, la Vanità e la Lussuria e le statuette dei 12 apostoli. Ad ogni ora, fino alle 22, l'orologio si anima e si può osservare la scena della Morte che gira la sua clessidra e batte i rintocchi mentre il Vanitoso si guarda allo specchio, l'Avaro muove il suo sacchetto di monete ed il Turco, che rappresenta la Lussuria, scuote la testa. Il tutto mentre i 12 apostoli sfilano benedicendo i presenti meravigliati dallo spettacolo. Si narra addirittura che per preservare l'unicità dell'opera, il sovrano ordinò che il suo costruttore venisse accecato, anche se questi fatti sembrano trovare fondamento più nella leggenda che nella storia.

Leggi anche:ESPERIENZE PARANORMALI NELLA BOEMIA MERIDIONALE

Tutta la città è, comunque, un concentrato di simboli magici e significati occulti e chi desidera scoprirne i luoghi più misteriosi può proseguire il proprio itinerario passeggiando, naso all'insù, lungo la via Nerudova di Nove Mesto dove in cima alle porte dei palazzi, delle botteghe e dei caffè campeggiano numerosi simboli esoterici, o visitando l'isola di Kampa, considerata l'isola dei Templari, con l'edificio del Gran Maestro dell'Ordine di Malta ed il ruscello del diavolo o, ancora, camminando per le vie del quartiere ebraico nella città vecchia, dove si dice che Rabbi Low, alla fine del XVI secolo, diede vita al leggendario Golem interpretando le parole che l'Altissimo gli pronunciò in sogno, in risposta alla sua invocazione, attraverso la corrispondenza numerica arcana delle lettere che gli permise di creare un essere vivente dall'argilla grazie al quale il popolo ebraico sarebbe stato salvato dalla persecuzione.

ALTRE CITTA' ESOTERICHE
Torino esoterica sospesa tra Bene e Male
Torino magica e sotterranea
Lione esoterica: la città del Leone
Washington esoterica: tour nella Massoneria


*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Rep. Ceca
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
I più visti
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100