Cerca nel sito
Melanesia viaggi informazioni utili

Melanesia, il remoto che affascina

Cosa sapere su uno degli arcipelaghi più belli del mondo

Isola dei Pini
©iStockphoto
Scorcio dell'Isola dei Pini, Nuova Caledonia
LE ISOLE
La Melanesia è la regione del Pacifico che va dalla Nuova Guinea ad ovest alle isole Fiji e Nuova Caledonia a est. Include numerosi arcipelaghi sparsi nell’immensità dell’Oceano ad est del continente australiano, piccoli e grandi: la Nuova Caledonia, le Isole Figi, le Isole Salomone, le isole Vanuatu, l’arcipelago delle Bismarck. Tutte offrono spiagge da sogno, foreste color smeraldo, vulcani che si innalzano verso il cielo, mare cristallino e barriere coralline incontaminate. A cui si aggiunge la straordinarietà delle suggestive culture melanesiane con il loro patrimonio di antiche cerimonie e riti tradizionali. 

LA NUOVA CALEDONIA
Situata a 1500 km ad est dell’Australia, la Nuova Caledonia venne scoperta nel 1774 da James Cook e si caratterizza per i suoi contrasti, dall’eleganza inglese che incontra l’esotico fino dai deserti rossi che sfumano tra le montagne verdissime. A spiccare è l’Isola dei Pini, un’immensa riserva marina che si contraddistingue per i suoi pini colonna che si susseguono lungo le falesie di corallo creando contrati cromatici con le spiagge di sabbia bianca e l’acqua cristallina difficili da dimenticare. 

Leggi anche: Nuova Caledonia, luna di miele nel cuore del Pacifico 

LE FIGI e LE SALOMONE
Poste sopra al 20° parallelo Sud, a 2000 chilometri dalle coste australiane orientali, le Figi sono composte da 800 tra isole ed isolotti: gran parte del territorio è suddiviso tra le Viti Levu e Vanua Levu. Le Salomone sono costituite da 990 isole: tra quelle più frequentate c’è l’isola di Gualdacanal e i visitatori arrivano in queste latitudini soprattutto per il contatto con la natura primordiale inalterato che offre la possibilità di scoprire veri e propri paradisi terrestri.

Vacanze in spiaggia? Ecco alcuni consigli utili

LE TRADIZIONI DA SCOPRIRE
L’esplorazione di ogni isola è un pretesto per incontri colorati con il popolo melanesiano. Dalle Isole Salomone all'isola di Lifou, ci sono rituali comuni, come la consueta cerimonia di Kava, una bevanda a base di radici di pepe, che svolge un ruolo vitale nella vita della comunità. Gli antichi abitanti dell’arcipelago erano Polinesiani, Micronesiani e Melanesiani: molti discendenti seguono ancora lo stile di vita dei loro antenati come a Malaita dove si venerano gli squali, perché si crede che in questi pesci possa continuare a vivere lo spirito dei defunti, o nella appartata provincia di Temotu, la più orientale delle Salomone, dove è ancora in uso una valuta inconsueta costituita da piume rosse. Anche le maschere giocano una parte molto importante nella cultura delle popolazioni.  Come le maschere di molte tribù africane, quelle della Melanesia riflettono una forte tradizione cerimoniale di travestimenti e di rituali religiosi, soprattutto quando vengono evocati gli spiriti benigni degli antenati della tribù. La Nuova Guinea è l'isola più grande e quella più ricca dal punto di vista della produzione artistica, in particolare la zona del bacino del Sepik, in cui è tipico lo stile “a becco” dove il volto umano è rappresentato con un lungo naso simile a un becco di uccello. Le maschere vengono realizzate con legno, frammenti di canna, tessuti e argilla con decorazioni di conchiglie. A stupire sono le dimensioni, poiché queste maschere arrivano fino alla cintola e sono munite di aperture laterali che consentono al portatore di infilare le mani. In Nuova Caledonia le maschere presentano spesso dei riferimenti all'acqua e costituiscono un simbolo concreto di ciò che rappresenta il richiamo dell'acqua per le tribù di questi luoghi.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Continente Oceania
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100