Cerca nel sito
Assicurazioni di viaggi

La sicurezza di un viaggio “smart”

La tecnologia protagonista dei viaggi del futuro. Ma la sicurezza resta un must

Smart travel app viaggio
Istock
Samrt travel
Arriva dall’analisi di Booking, la piattaforma leader mondiale nelle vendite di viaggi online, la conferma di quanto le nuove tecnologie saranno protagoniste delle scelte turistiche dell’anno che verrà. Il binomio viaggi-tecnologia interagisce infatti sempre di più per far vivere un’esperienza completa e più sicura ai viaggiatori. Gli esperti affermano che le esperienze “immersive” stanno diventando sempre più importanti. Purché coadiuvate dalla tecnologia che permetta di far conoscere ancora prima di partire destinazione e qualità degli alloggi prenotati. La promozione turistica corre, dunque, sul web. In tutti gli ambiti. Dalla prenotazione alla scelta della meta fino alla stipula di contratti d’assicurazione contro i rischi di viaggio. Sono oltre un milione e mezzo al giorno le prenotazioni effettuate solo sul portale di Booking e se gli Stati Uniti continuano ad essere la scelta preferita di utenti di tutto cresce anche l’attenzione prestata, al contempo, alle proposte delle compagnie assicurative online specializzate qual è, tra le altre, www.polizzaviaggio.it.
 
La cosiddetta smart technology ha soppiantato di fatto i vecchi agenti di viaggio. Quasi un turista su tre afferma di sentirsi a proprio agio nell’affidare a un sistema smart l’organizzazione di una vacanza in base alle scelte di viaggio effettuate in precedenza. Per eliminare stress e fatica entra spesso in gioco il fattore “prevenzione”. Per molti viaggiatori, infatti, provare la location prima di acquistare il pacchetto viaggio con un’anteprima in realtà virtuale ed avere consigli personalizzati sulle destinazioni da vedere e le cose da fare sono incentivi molto utili per prenotare un viaggio. E la tecnologia, in questo, si rivela un alleato decisamente strategico del turismo, eliminando cause di stress e fatica che derivano dal processo decisionale.

I dispositivi smart sono centrali anche per altre tematiche legate al viaggio, soprattutto perché consentono all'utente di predisporre in maniera autonoma la vacanza più adatta alle proprie esigenze e al proprio budget. Stando alle previsioni quasi la metà dei turisti del 2018 utilizzerà in maniera più frequente le app di viaggio, con una forte spinta anche all'impiego dei servizi di geolocalizzazione per raggiungere l’alloggio prenotato. Quattro persone su dieci sfrutteranno la tecnologia per scegliere o prenotare in anticipo le attività da svolgere. Un altro dato emerso dall’analisi di Booking riguarda le destinazioni scelte per i viaggi del prossimo anno. Gli Stati Uniti si confermano sempre al primo posto, ma prendono posizione nella lista dei desideri anche i luoghi che ospitano le tradizionali meraviglie del mondo. 
 

Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100