Cerca nel sito
New Jersey location film Paterson Jim Jarmusch Passaic River New York

La Paterson di Paterson: una poesia firmata Jim Jarmusch

La cittadina del New Jersey è la location imprescindibile del nuovo film del regista, e del 'autista' Adam Driver

CINEMA di Valerio De Paolis/Mary Cybulski
L'hanno chiamata città 'cruda', "grintosa", ma un primato Paterson ce l'ha di sicuro: quello di aver dato il proprio nome per il titolo di un film. E uno dei più belli, toccanti, apprezzati tra quelli arrivati in sala negli ultimi tempi! Ovviamente il Paterson di Jim Jarmusch che, forte della presenza e delle interpretazioni di Adam Driver e dell'iraniana Golshifteh Farahani, racconta una storia quasi banale, un elogio della normalità che arriva in sala dopo aver conquistato il pubblico del Festival di Cannes dello scorso maggio.

Driver (il cui cognome in inglese significa "autista") interpreta il personaggio che - insieme alla location - dà il nome al film, Paterson appunto. Questi, ogni giorno, ripete la propria routine, gli stessi gesti, percorre le stesse strade alla guida dell'autobus locale e osserva la città che scorre fuori dai suoi finestrini, ascoltando le conversazioni intorno a sé e scrivendo poesie sul suo taccuino. Per poi tornare a casa dalla moglie Laura, donna dai molti sogni e speranze, che lo incoraggia senza posa.

La poesia delle piccole cose, si sarebbe detto una volta, che nella piccola cittadina del New Jersey - sede di cinque settimane di riprese, nell'autunno 2015 - è di casa. A Paterson, infatti, è dedicato il celebre poema epico in cinque libri di William Carlos Williams, sono ambientate molte delle storie di Junot Diaz (compreso il La breve favolosa vita di Oscar Wao con cui vinse il  Pulitzer) e In the Beauty of the Lilies di John Updike. Ma anche il dodicesimo verso di Howl di Allen Ginsberg, amico di quel Jack Kerouac che in Sulla strada fa vivere qui il suo Sal Paradise. E ormai anche l'ultima fatica di Jarmusch, che ha ammesso di essersi innamorato del posto ben 25 anni fa: "Ero andato a Paterson per una gita, perché era vicino a New York e perché molto interessato a William Carlos Williams. Mi sedetti vicino alle cascate e camminai per la Main Street tra gli edifici industriali e mi dissi 'Che posto affascinante, con tanta storia e tanta diversità'! Fu allora scrissi di un autista di bus, un poeta della classe media, che vive a Paterson".

Le cascate cui si riferisce il regista dell'Ohio sono le Great Falls sul Passaic River, protette - sin dal 2009 - dal Congresso degli Stati Uniti, che allora istituì il Paterson Great Falls National Historical Park amministrato dal National Park Service. Ed è lì che anche il nostro eroe si ferma sempre al termine della propria giornata di lavoro a guardare il panorama, seduto sulla sua panchina… Forse la vera e principale location del film - sicuramente la più identificabile e paesaggisticamente attraente - tra i tanti panorami urbani che possiamo intuire dall'autobus, quei "dettagli" nei quali "si trova la bellezza" secondo Jim Jarmusch, e che il suo film dichiaratamente "celebra".

 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione New York
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100