Cerca nel sito
Louisiana location film Inganno Coppola Madewood Plantation Napoleonville

Il passato rivive nella Madewood Plantation de L'inganno

Una Louisiana diversa, d'altri tempi e inquietante, nell'intenso film di Sofia Coppola.

Universal Pictures
Molto spesso la Storia americana è passata per gli stati del Sud. Alabama, Florida, Georgia, Mississippi, Carolina del Sud, Texas e la 'nostra' Louisiana: tutte regioni che abbiamo ampiamente visto sfruttate dal cinema e da Hollywood in film di ogni tipo, soprattutto moderni. A parte il cosiddetto Pelican State - detto anche Creole o Sugar State - la cui capitale, Baton Rouge, ha ospitato le riprese dell'ultimo film di Sofia Coppola, quel L'inganno con cui ha vinto il premio della Miglior Regia al Festival di Cannes.

Una storia raccontata in origine nel romanzo A Painted Devil (1966) scritto da Thomas P. Cullinan e portata sullo schermo nel 1971 da Don Siegel in La notte brava del soldato Jonathan, con Clint Eastwood. Allora era lui il soldato nordista ferito costretto a riparare in un collegio femminile del Sud, durante la Guerra di Secessione americana, oggi Colin Farrell. Ma mentre le donne (tra le quali Nicole Kidman, Kirsten Dunst e Elle Fanning) che vivono protette dal mondo esterno lo soccorrono, gli offrono rifugio e curano le sue ferite, la casa viene invasa dalla tensione sessuale e da pericolose rivalità, e i tabù vengono infranti in un'imprevista serie di eventi.

Al centro del thriller dalla grande atmosfera, vissuto tutto entro le mura e la cancellata del Farnsworth Seminary, ovviamente la location in questione. Che nel 1971 era stata quella della Ashland-Belle Helene Plantation di Geismer e 'oggi' - si fa per dire, visto che le riprese si sono concentrate tra il 31 ottobre e il 7 dicembre 2016 - quella della Madewood Plantation House, vicino Napoleonville.

Qualcuno l'avrà riconosciuta per esser apparsa nel videoclip Sorry di Beyoncé, ma il 'National Historic Landmark' a due ore di auto da New Orleans è nota per essere "una delle ville in stile neoclassico più perfette d'America", spesso disponibile persino come bed-and-breakfast. "è un luogo bellissimo, ma ha anche un lato oscuro a causa della sua storia, - racconta la Coppola. - C'è un contrasto: la casa è molto raffinata e la natura all'esterno è incolta selvaggia".

Progettata e costruita a metà del 19mo secolo, possiamo ammirarla davvero anche nelle sequenze in cucina e nella sala da pranzo, e nelle scene del capanno, mentre alcuni degli altri interni son quelli della casa di Jennifer Coolidge a New Orleans, utilizzati per non rischiare di rovinare nulla dell'arredamento e le decorazioni originali. La produzione ha anche girato qualche scena in e intorno alla Evergreen Plantation e al City Park di New Orleans, come la sequenza iniziale in cui McBurney viene trovato da Amy (ispirata dalle scene nel bosco del film Rashomon).
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100